Festival Rassegna web

Pagina 7 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Sab Feb 16, 2013 10:54 am

Non ci facciamo mancare nulla.....anche le proteste del Codacons

SANREMO 2013, IL CODACONS ATTACCA IL TELEVOTO: FAVORISCE I TALENT

Poteva il Codacons eclissarsi proprio durante il Festival di Sanremo? Ovviamente no. E così, dopo l’arringa alla kermesse dello scorso anno condotta da Gianni Morandi, l’associazione alza la voce anche contro Fabio Fazio e compagnia cantante, puntando il dito contro il televoto. Superata, infatti, l’anomalia dei call center, quest’anno il punto è un altro: i cantanti reduci dai talent risultano favoriti.

“Tra i primi quattro posti della classifica provvisoria – si legge in una nota diramata dall’Agi – compaiono infatti 3 cantanti che hanno partecipato di recente a talent show televisivi. Ciò rappresenta la prova che il televoto, come da sempre sostenuto dal Codacons, viene utilizzato quasi esclusivamente da quel bacino di utenza proprio dei talent show, ossia giovani e giovanissimi, che vota i personaggi televisivi e non le canzoni. A tutto discapito di quegli artisti che non possono contare sulla visibilità mediatica garantita dalle trasmissioni televisive”.

Nell’esposto, presentato dall’associazione ieri mattina a Sanremo, si chiede, in sostanza, di reintrodurre la giuria demoscopica, considerata il sistema di voto “realmente valido, equilibrato e democratico”, e abbandonare completamente il meccanismo di votazione da casa. Al fine di garantire lo stesso trattamento a tutti gli artisti in gara; perché, visionata la classifica della terza serata, il giudizio del Codacons è stato netto:

“(…) viene dato più peso al personaggio che alla canzone“.

http://networkedblogs.com/IkSMN
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Sab Feb 16, 2013 10:58 am

Giovani, trionfo di Maggio I favoriti tra i big sono tre

L'ULTIMA SFIDA. Si chiude questa sera all'Ariston il festival dei record di Fabio Fazio e Luciana Littizzetto. Marco Mengoni, i Modà e Chiara in testa nei borsini delle scommesse. Inaugurata la statua di Mike Bongiorno. Una standing ovation per Pippo Baudo

Metto solo la parte che riguarda Marco:

È una vera emozione sentire un commosso Marco Mengoni che canta Ciao amore ciao di Tenco (che al festival di Sanremo di suicidò)

http://www.larena.it/stories/589_musica/470527_giovani_trionfo_di_maggio_i_favoriti_tra_i_big_sono_tre/
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Sab Feb 16, 2013 11:09 am

Sanremo 2013: la maratona di Sanremo Story decreta Antonio Maggio vincitore dei Giovani
Una bella serata che ha ben miscelato il fascino dei ricordi, il potere della musica e le speranze del futuro

Metto solo la parte che riguarda Marco:

Marco Mengoni canta una canzone molto particolare “Ciao amore ciao”. Quando Luigi Tenco lo presentò al Festival del 1967 aveva 28 anni. Fu eseguita la sera del 26 gennaio 1967 e fu eliminata segnando la vita di Tenco, la storia della musica italiana e di Sanremo. Mengoni è perfetto, persino ben vestito e pettinato. Si commuove, bravo, interpretazione profondamente sentita.

http://www.sanremonews.it/2013/02/16/leggi-notizia/argomenti/festival-di-sanremo/articolo/sanremo-2013-la-maratona-di-sanremo-story-decreta-alberto-maggio-vincitore-dei-giovani.html
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Sab Feb 16, 2013 11:12 am

Sanremo, la quarta serata del festival è amarcord

Sanremo, (Imperia), 15 feb. (LaPresse) - Inizia in bianco e nero la serata amarcord al teatro Ariston. Con Sanremo Story, si ripercorrono alcuni dei momenti che hanno segnato questi 63 anni di festival. Si inizia con una una carrellata di immagini dei cantautori che hanno reso celebre la kermesse in una retrospettiva dei tempi che furono.

Metto solo la parte che riguarda Marco:

'Ciao amore ciao' di Luigi Tengo del 1967 è portata sul palco del teatro Ariston da Marco Mengoni che la rifà in versione Motown: come al solito dimostra di avere una voce particolare e dall'estensione fuori dal comune.

http://www.lapresse.it/spettacolo-e-cultura/sanremo-la-quarta-serata-del-festival-e-amarcord-1.285815
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Sab Feb 16, 2013 11:22 am

Favoriti Mengoni e Modà terzi incomodi gli Elii

Ma il meccanismo del voto quest’anno, diviso tra televoto e giuria di qualità, lascia poco spazio alle previsioni
raffaella silipo

Marco Mengoni e i Modà, questi i favoriti per la finale di Sanremo sia nella classifica provvisoria che nel borsino delle scommesse. Entrambi sono dati in testa alle scommesse, amati dal pubblico del televoto e hanno guadagnato notevoli punti con la giuria di qualità con l’omaggio di ieri alle canzoni del passato: bravo e commosso Marco Mengoni che se l’è cavata bene con «Ciao amore ciao» di Tenco in chiave funk, e ha giocato sull’emozione che la canzone scartata anni fa possa vivere oggi la sua rivincita. Bravi i i Modà che insieme al maestro Adriano Pennino hanno reinterpretato in una versione rock la celebre hit di Pino Donaggio «Io che non vivo».

Ieri sera se l’è cavata molto bene anche Malika Ayane che, stilosissima, ha giocato con «Che cosa hai messo nel caffè» e Elio e le storie tese, molto amati dalla critica e dai vip, che si sono divertiti con «Un bacio piccolissimo» insieme al pornostar Rocco Siffredi. Un po’ in discesa invece Chiara Galiazzo, la vincitrice di «X Factor», data per favorita all’inizio del festival ma che ha un po’ patito la responsabilità di un palcoscenico così importante. Per lei tra i classici una canzone impegnativa come «Almeno tu nell’universo» di Mia Martini. Quest’anno le previsioni sono particolarmente difficili perche il meccanismo del voto è nuovo, 50% il televoto del pubblico, 50% la giuria di qualità: un correttivo per evitare che, come è accaduto negli ultimi anni, vincessero a man bassa i ragazzi dei talent, che sono quelli con i fan più organizzati nel televoto

http://www.lastampa.it/2013/02/16/spettacoli/favoriti-mengoni-e-moda-terzi-incomodi-gli-elii-C6n2XbLhwNA0XWjPSgl1SI/pagina.html
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Sab Feb 16, 2013 1:19 pm

Sanremo 2013: Marco Mengoni emoziona e si commuove con Luigi Tenco

La serata di Sanremo Story che si è svolta ieri sera ha offerto al pubblico una serie di omaggi al passato. I 14 concorrenti in gara hanno reinterpretato ciascuno un brano che ha fatto la storia del festival, da Nada a Mina, passando per Massimo Ranieri, Adriano Celentano e tanti altri. Tra tutte le esibizioni, la più emozionante è stata forse quella di Marco Mengoni. Il vincitore di X Factor 3 ha deciso di portare in scena ‘Ciao amore, ciao’ di Luigi Tenco. E inevitabilmente ci sono scappate le lacrime.

Sappiamo tutti quali eventi sono legati a questo brano, che rappresenta il testamento musicale di Tenco. Il cantautore eseguì tale canzone proprio sul palco dell’Ariston nel 1967, poche ore prima di suicidarsi con un colpo di pistola alla tempia.

Marco Mengoni ha optato per questo brano ben consapevole del paragone a dir poco scomodo, e del bagaglio socio-culturale ad esso collegato. Ma il cantante non si è lasciato scoraggiare e ha voluto dare dimostrazione di quanto la canzone abbia rappresentato per lui. Perché che dietro quell’interpretazione ci fossero forti emozioni personali lo si è capito subito ed è stato ancora più lampante durante la performance. Marco ha dato tutto se stesso, non per risultare all’altezza dell’originale, ma per trasmettere al pubblico tutto ciò che il brano significa per lui. E ci è pienamente riuscito. Basta vedere la convinzione che trapelava dal suo volto, la carica che ha tirato fuori e lo sguardo velato che ha tenuto per tutto il tempo.

Al termine dell’esibizione Mengoni si è asciugato rapidamente gli occhi, visibilmente commosso. Anche per chi ha assistito, da casa o in teatro, è stato un momento di indubbia emozione e la cascata di applausi è stata più che meritata.

Portare sul palco un pezzo simile è stata una scelta a dir poco coraggiosa. Il risultato rischiava di essere disastroso, considerato non solo la portata dell’artista originale ma anche tutto ciò che vi si cela dietro. Tuttavia, il merito di Marco è stato quello di non volersi assolutamente portare al livello dell’originale, ma solo di rendere un suo omaggio personale a questo indimenticato cantautore. In sostanza, non è stata una manifestazione di arroganza ma unicamente una dichiarazione di stima e profonda ammirazione. E questo è esattamente quello che è passato agli spettatori, nonché il motivo per cui la performance è stata un successo.

http://www.televisionando.it/articolo/sanremo-2013-marco-mengoni-emoziona-e-si-commuove-con-luigi-tenco/86487/
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Sab Feb 16, 2013 1:21 pm

Marco Mengoni con “Ciao amore ciao” commuove Sanremo ricordando Tenco

Marco Mengoni commuove il Festival di Sanremo ma soprattutto si commuove. Il cantante di Ronciglione durante la serata di Sanremo Story ha portato sul palco uno di quei brani che hanno fatto la storia della musica italiana.

Stiamo parlando di “Ciao amore ciao”, splendida canzone scritta dal cantautore Luigi Tenco. La canzone si porta con sé l’evento molto triste del suicidio di Luigi Tenco, avvenuto a Sanremo il 27 Gennaio 1967 dopo l’esclusione proprio del brano dalla finale del Festival. Qualche anno dopo Dalida riprese in mano il brano e lo cantò a Canzonissima. “Ciao amore ciao” è una canzone intrisa di mistero, di quel profondo mistero che si porta con sé la figura di Luigi Tenco. Marco Mengoni è sicuramente uno dei grandi favoriti alla vittoria di questo 63esimo Festival di Sanremo; la sua “L’essenziale” ha convinto tutti, pubblico e critica ma anche durante una serata particolare come quella di Sanremo Story, Marco Mengoni ha voluto lasciare un profondo segno. Probabilmente sarebbe stato più facile scegliere un brano meno emotivo, un brano meno importante ma in questo caso il cantante ha deciso di osare e, anche se ieri non vi erano votazioni, l’ovazione del pubblico si è sentita chiara e forte, rimbombare all’interno di tutto il teatro Ariston.

Elegantissimo, con un aspetto che riporta indietro proprio negli anni di Luigi Tenco, Marco Mengoni propone la sua personale versione di “Ciao amore ciao”. Quando si parla di miti della musica come in questo caso è bene sempre prendere le distanze da eventuali paragoni. Mengoni non ha voluto essere Tenco ma ha portato sul palco una sua personale interpretazione della canzone. Una emozione che è stata da subito visibile, fin da quando i due conduttori Luciana Littizzetto e Fabio Fazio hanno annunciato “Ciao amore ciao” unito al suo nome, una commozione che è esplosa nel finale e che ha saputo convincere tutti.

Una interpretazione sentita anche se, se proprio vogliamo trovare il difetto all’interno di una performance assolutamente positiva, Marco Mengoni durante la sua esibizione si estranea dal palco, guarda verso l’alto staccandosi visivamente dal pubblico che lo sta ad ascoltare. Sicuramente è puramente una questione di carattere e di interpretazione ma il legame visivo che si deve creare fra l’artista e il pubblico non può essere cancellato, soprattutto all’interno di una manifestazione come il Festival di Sanremo.

Quella di Marco Mengoni è stata una vera e propria sfida, l’artista ha scelto di non ripetersi portando sul palco brani come quelli di Mina o Mia Martini, da lui già sperimentati in passato, ma ha deciso di stupire il pubblico con un brano che troppo spesso viene dimenticato. “Ciao amore ciao” ha convinto e commosso, ha fatto scattare quella scintilla di coinvolgimento che solo canzoni del genere sono in grado di provocare. Una performance estremamente sensibile che ha fatto fin da subito impazzire Twitter che, come abbiamo visto ieri, vanta un nutrito gruppo di fan del cantante di Ronciglione al quale va un grande applauso per il coraggio e la performance. Marco Mengoni sta diventando quasi perfetto, sfiora l’eccellenza.

Intanto, ricordiamo che per la grande finalissima di questa sera è stato allestito un maxischermo al teatro Ettore Petrolini di Ronciglione, terra natale di Marco Mengoni. Tutti insieme, quindi, a tifare per “L’essenziale”. Il sindaco di Ronciglione, Alessandro Giovagnoli, ha spiegato che l’allestimento del maxischermo era più che doveroso in quanto prima di essere un bravo cantante è un bravo ragazzo e tutto il paese tifa per lui.

http://www.melodicamente.com/marco-mengoni-ciao-amore-ciao-commuove-sanremo-ricordando-tenco/
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Sab Feb 16, 2013 2:08 pm

Marco Mengoni commuove cantando Luigi Tenco: Ciao Amore Ciao…

Un Marco Mengoni tirato a lucido, tanto da sembrare uno sciupa femmine, si carica sulle spalle la responsabilità di cantare Luigi Tenco a Sanremo… Ciao Amore, ciao amore…

Marco ha gli occhi lucidi, sente la pressione di dover cantare questa canzone, ma che voce ragazze che spirito. Ci mette l’anima, si vede e si sente, concentrato dalla prima all’ultima nota, Marco Mengoni non sbaglia e con questa canzone sicuramente avrà conquistato tutta la giuria di qualità! Grande interpretazione… Ciao Amore… Ciaooo… Chi lo bolla come prodotto televisivo per ragazzine, adesso dovrà ricredersi davanti ad una prova di tale spessore.

Anche Fabio Fazio alla fine dell’esibizione si emoziona, a Marco scende una lacrima e Luciana Littizzetto lo deve sorreggere, al vincitore di X Factor tremano le gambe. Grande grande interpretazione, l’impegno e la passione messi in questa canzone consacrano Marco Mengoni ad artista a 360° e non provate a sminuirlo!

http://www.pinkdna.it/marco-mengoni-commuove-cantando-luigi-tenco-ciao-amore-ciao/
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Sab Feb 16, 2013 2:10 pm

Sanremo, il re dei tweet è Marco Mengoni
La kermesse della musica italiana è molto twittata. Anche la quarta serata fa il botto e sfiora i 128 mila (127.393) tweet. Primo sui social Mengoni.

Sanremo e Twitter. Un'accoppiata vincente per gli amanti della musica e dei social network. Anche la quarta serata fa il botto e sfiora i 128 mila (127.393) tweet.

Dei big il più twittato è Marco Mengoni (22% dei tweet) e degli ospiti è Pippo Baudo (48%). Luciana Littizzetto batte Fabio Fazio anche nella quarta serata: è stata twittata nel 57% dei casi contro il 43%. Il vincitore dei giovani, Antonio Maggio, domina incontrastato anche su Twitter: ha totalizzato il 51% dei tweet tra i giovani, seguito da Renzo Rubino (20%), Ilaria Porceddu (17%) e Blastema (12%).

Sono i dati di Audisocial Tv, l'osservatorio permanente di Reputation Manager che misura le performance dei programmi televisivi sul web e che ha monitorato l'andamento degli hashtag su Twitter e dell'interazione sulla Fan Page ufficiale 'Festival di Sanremo' su Facebook. Dopo Mengoni, più twittato dei big con il 22% dei tweet, Elio e le storie tese, al secondo posto (12%). Modà e Chiara si piazzano al terzo posto a parimerito con il 10% dei tweet. A seguire, Annalisa Scarrone (9%), Raphael Gualazzi (8%), Daniele Silvestri (6%), Maria Nazionale (5%), Simone Cristicchi (4%), Malika Ayane (4%), Almamegretta (4%), Max Gazzè (3%), Molinari e Cincotti (3%) e Marta sui Tubi (1%). Fra gli ospiti, Pippo è più twittato (48%) di Stefano Bollani (37%) seguito da Caetano Veloso (15%). Tra i duetti il piu' apprezzato è quello di Emma e Annalisa: 'Stasera il duetto Annalisa e @MarroneEmma spacca. E anche la Fan Page ufficiale di Facebook non scherza. Ieri hanno interagito 1130 utenti attivi (+26% rispetto alla terza serata) che hanno prodotto 2008 post e commenti totali (+19%), e risposto ai post dell'amministratore della pagina con 17.276 like (+41%). Il post che ha ricevuto il maggior numero di like (1402), condivisioni (158) e commenti (254) è per Marco Mengoni.

http://www.globalist.it/Detail_News_Display?ID=40095&typeb=0
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Sab Feb 16, 2013 3:05 pm

La Stampa: riscriviamo le regole di Sanremo. Basta con l’Annalisa o il Mengoni di turno.

Sanremo: Marinella Venegoni proprio non ci sta! Per lei è no, come direbbe un giudice di quei reality su cui si scaglia con tanta foga. La giornalista e critica musicale de “La Stampa”, la stessa che ogni primavera siede alla corte di Maria De Filippi a sparare giudizi sui finalisti di Amici, ha deciso che “è arrivato davvero il momento di riscrivere le regole del Sanremone“. Sapete perchè? Perchè – e cito testualmente – “Arrivasse pure, in concorso l’anno prossimo, la Nona di Beethoven, sarebbe surclassata nel televoto dall’Annalisa o dal Mengoni di turno cui va la devozione televisiva dei seguaci di Amici o X Factor”.
Brava Marinella, facciamo così: riscriviamo le regole di Sanremo e già che ci siamo ripristiniamo le leggi del fascio.
Regola 1: se provieni da un talent show non puoi entrare nella città dei fiori.
Regola 2: qualora nella tua vita tu avessi avuto la sfortuna di incrociare Maria De Filippi non potrai presentarti sul palco, a meno che tu non ti faccia cucire una stella di David sulla manica del vestito.
Regola 3: Bandita la lettera X dell’alfabeto.
Regola 4: non potrai presentarti in gara se sei uno di quei cantanti senza cognome. Basta con Annalisa, Chiara, Emma.Verranno ammessi solo cantanti con nome e cognome. Doppio nome e cognome saranno valutati positivamente. I Cordero di Montezemolo e i Ripa di Meana verranno automaticamente candidati al premio della critica.

Ma la Marinella, che è persona concreta, non si limita a dettare regole ma propone persino le soluzioni. Secondo la giornalista ci sarebbero quattro strade. La prima, votata alla rassegnazione, prevede di ”far diventare il Festival un supertalent-show, un derby Amici contro X Factor o The Voice o qualunque nuova diavoleria spunti dall’etere”.
La seconda, decisamente più morbida, vorrebbe ” escludere gli ex partecipanti ai talent show dalla gara, per impedire che soltanto e sempre loro siano oggetto d’amore del televoto”. Poi c’è una terza via, molto democratica: “abolire il televoto e affidare il giudizio soltanto a una giuria, come accade nei Festival dei Cinema”. E infine, con il volto rigato dalle lacrime, si potrebbe anche “lasciar le cose come stanno, e veder scomparire via via ogni possibilità di equo giudizio artistico, in nome dell’amore cieco dei fans”.

I figli dei talent di quest’anno – e sono parecchi – si difendono indignati. La voce di Mengoni, Annalisa, Chiara, Antonio Maggio e Ilaria Porceddu è unica: non abbiamo il peccato originale.
Alla Marinella Venegoni io proporrei altre due strade: la prima, è quella di rassegnarsi alla realtà, che le piaccia o meno, molti dei cosiddetti cantanti da talent rappresentano il bacino di vendite più ampio del panorama italiano, hanno file di grandi nomi che gli scrivano i testi e costituiscono, oggettivamente, una parte importante del tessuto musicale italiano che, certamente, Sanremo non può escludere.
la seconda, magari meno elegante, è una strada soleggiata che porta dritta dritta a quel paese. E non è Sanremo.

http://www.linkuietudine.it/la-stampa-riscriviamo-le-regole-di-sanremo-basta-con-lannalisa-o-il-mengoni-di-turno/
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Sab Feb 16, 2013 4:11 pm

Sanremo 2013: gli scommettitori scelgono Marco Mengoni

Nelle ultime ore è stata ulteriormente tagliata la quota per il cantante de "L'essenziale" che è sceso a 2,50, mentre i Modà sono a 3,00

ROMA - A poche ore dal via della serata finale del Festival di Sanremo, gli scommettitori Snai sono decisi: la vittoria se la giocano i Modà e Marco Mengoni. Netta, comunque, la preferenza per il secondo, tanto che una scommessa su quattro è stata giocata sulla vittoria della canzone “L’essenziale”. Nelle ultime ore è stata ulteriormente tagliata la quota per Marco Mengoni che è sceso a 2,50, mentre i Modà sono saliti a 3,00. Chiara Galliazzo rimane in gara (a 5,50), mentre perdono nettamente terreno Elio e le Storie Tese, che ora sono a 10,00. Per Annalisa Scarrone, Malika Ayane e Raphael Gualazzi si arriva a quota 12,00. Molto lontani dal podio tutti gli altri partecipanti: Daniele Silvestri e il duo Molinari-Cincotti salgono a quota 33,00, Max Gazzè è a 40,00, Maria Nazionale e Simone Cristicchi sono offerti a 50,00, i Marta sui Tubi a 66,00. La classifica virtuale viene chiusa dagli Almamegretta, quotati 75,00

http://www.corrieredellosport.it/scommesse/2013/02/16-304121/Sanremo+2013%3A+gli+scommettitori+scelgono+Marco+Mengoni
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Sab Feb 16, 2013 4:24 pm

Marco Mengoni andrà all’Eurovision Song Contest: sarà lui a rappresentare l’Italia

Marco Mengoni è l’artista scelto per rappresentare l’Italia al 58° Eurovision Song Contest che si terrà a Malmö in Svezia dal 14 al 18 maggio 2013.

La canzone scelta potrebbe non essere una delle due presentate da Marco a Sanremo («L’essenziale» e «Bellissimo»). Mengoni sta infatti valutando anche altri brani incisi per il suo prossimo album di inediti, che uscirà in primavera.

http://www.sorrisi.com/2013/02/16/marco-mengoni-andra-alleurovision-song-contest-e-lui-lartista-scelto-per-rappresentare-litalia/
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Sab Feb 16, 2013 4:27 pm

Verissimo, parlano Marco Mengoni e Raphael Gualazzi ad un passo dalla grande finale. Chi vincerà? “La Littizzetto”

La puntata di oggi di Verissimo, la trasmissione di Canale 5 condotta da Silvia Toffanin, si è aperta con una finestra sul Festival di Sanremo, che stasera giungerà alla sua puntata finale con la proclamazione del trionfatore. In collegamento con la trasmissione pomeridiana di Canale 5, l’inviato e volto fisso di Verissimo, Alvin, in compagnia del direttore del settimanale Tv, Sorrisi e Canzoni, Aldo Vitali, e di due dei cantanti in gara: Raphael Gualazzi e Marco Mengoni. Proprio quest’ultimo è il principale candidato alla vittoria finale e al primo posto nella classifica provvisoria dello scorso giovedì sera.

Entrambi i cantanti, hanno commentato la loro presenza nell’ambito della manifestazione canora, a partire da Marco che ha dichiarato: “Va molto bene, ci piace questo Sanremo, mi sento libero, mi sento molto comodo, tranquillo”. Raphael, ha invece commentato: “La prima sera si è rotto il ghiaccio; è stata forse la sera più dura, poi si può sempre migliorare”.

Scartata la canzone della scritta da Gianna Nannini, Marco ha commentato: “Mi è dispiaciuto sicuramente ma avrà una vita fuori da qua. Forse in questi cinque giorni è stato meglio far passare l’altra, era più intima, sanremese”. Su una cosa, i due artisti sono d’accordo, ovvero sul vincitore di questa 63esima edizione di Sanremo: “La Littizzetto”.

http://www.blogtivvu.com/2013/02/16/verissimo-parlano-marco-mengoni-e-raphael-gualazzi-ad-un-passo-dalla-grande-finale-chi-vincera-la-littizzetto/
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Sab Feb 16, 2013 5:48 pm

"Ciao amore ciao", la famiglia Tenco commossa per l'omaggio di Mengoni

"(...) stasera, dopo 46 anni, è come se Luigi avesse vinto il Festival di Sanremo", con queste parole la Famiglia Tenco ha ringraziato il debuttante concorrente del Festival di Sanremo 2013, Marco Mengoni.

Festival di Sanremo 2013: la Famiglia Tenco gradisce il ripescaggio di 'Ciao Amore Ciao' e le parole sentite di Fabio Fazio e di Marco Mengoni. Come è noto a molti, la canzone 'Ciao Amore Ciao' debuttò sul palcoscenico del Festival della Canzone Italiana di San Remo nel lontano 1967 e fu interpretata prima dalla famosa cantante internazionale Dalida e subito dopo dal 29enne Luigi Tenco, al suo debutto al Festival.

La canzone non passò la selezione iniziale e nemmeno fu scelta dalla speciale commissione artistica che all'epoca aveva il compito di decidere il ripescaggio di un brano da tenere in gara per le serate successive della manifestazione canora stessa. Poi, nel corso della notte tra il 26 ed il 27 gennaio del 1967 e cioè al termine della prima serata del Festival, fu rinvenuto il corpo esanime del giovane Luigi Tenco ed il suo biglietto autografo, cosiddetto di addio, che ha permesso alla stampa di divulgare la notizia del suicidio.

Negli anni molte sono state le opinioni divergenti sul tragico episodio che hanno tristemente segnato, non solo la figura di Luigi Tenco, ma anche il suo valore artistico e musicale... indiscutibilmente rimasto nel cuore di tutti i suoi ammiratori. Ora, 46 anni dopo e senza conoscere le ragioni che hanno spinto l'attuale commissione artistica presieduta da Fabio Fazio a far eseguire la canzone al Festival in corso, si è guardata con piacere la coraggiosa scelta del ripescaggio della canzone 'Ciao Amore Ciao' di Luigi Tenco.

In particolar modo sono stati molto commoventi tre momenti dello spazio dedicato a Tenco: la sentita presentazione di Fabio Fazio, la toccante interpretazione di Marco Mengoni e soprattutto il caloroso applauso del pubblico... appena è stato pronunciato da Fazio il nome di Luigi Tenco.

http://www.sanremo.it/storia-e-cultura/leggi-articolo/ciao-amore-ciao-la-famiglia-tenco-commossa-per-lomaggio-di-mengoni-1.html

avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Jazzbianco il Sab Feb 16, 2013 6:49 pm

http://www.eurofestival.ws/2013/02/16/sara-marco-mengoni-a-rappresentare-litalia-alleurovision-song-contest-2013/#


Marco Mengoni rappresenterà l’Italia all’Eurovision Song Contest 2013

La nostra anticipazione del 28 gennaio è stata confermata: sarà Marco Mengoni a rappresentare l’Italia all’Eurovision Song Contest nella finale del 18 maggio prossimo. La decisione finale è arrivata nella giornata di oggi: la Rai non l’ha ancora confermata e lo farà soltanto stasera anche se un noto settimanale ha ripreso la nostra anticipazione riprendendo la notizia e dando il su twitter nome di Mengoni come per certo. Come annunciato, sono state vagliate tutte le soluzioni e nei giorni scorsi oltre a Marco Mengoni, anche Annalisa, intervistata sull’argomento si era detta contenta e disponibile di una eventuale scelta. Era in ballo anche Malika Ayane, ma alla fine la scelta è ricaduta sul 25enne artista laziale, vincitore della terza edizione di X Factor e poi terzo a Sanremo 2010 (dove era arrivato come “premio”) per la vittoria al talent show allora di Rai 2.

Da lì il decollo europeo con la vittoria come Best European Act agli MTV Awards, cui però è seguito un periodo più difficile. Sanremo 2013 e ora l’Eurovision sono un ottimo trampolino di rilancio per lui, anche in considerazione che l’album uscirà solamente a Marzo. E sarà anche un bel termometro per capire il reale “polso” europeo per i lavori di Mengoni in una rassegna dove non potrà contare, a livello di voti, sul grande apporto della sua numerosa fan base italiana.

Con la Sony, sua etichetta, salgono dunque a tre le case discografiche che hanno accettato la sfida eurovisiva (le altre erano Sugar e Universal) e adesso il suo team, insieme a quello eurovisivo Rai lavoreranno sulla scelta del brano: potrà essere uno dei due sanremesi, “Bellissimo” e “L’essenziale” o anche un terzo dell’album in uscita come fu per Nina Zilli. Non ci sono ancora notizie in merito.

Nato a Ronciglione, in provincia di Viterbo nel 1988, Marco Mengoni è il terzo artista laziale a prendere parte alla rassegna (escludendo Fabio Ricci dei Jalisse, nato a Roma, ma artisticamente veneto come la moglie Alessandra Drusian) dopo Claudio Villa (1962 e 1967) e Luca Barbarossa (1988), tutti romani: dunque è il primo viterbese.
avatar
Jazzbianco
Parlo parlo parlo
Parlo parlo parlo

Messaggi : 10507
Data d'iscrizione : 09.10.10
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Sab Feb 16, 2013 6:59 pm

Sanremo: alla ricerca dell'abito sbagliato

Il festival prosegue, gli outfit sanremesi aumentano e anche il chiacchiericcio mediatico. Come non cominciare dalla padrona di casa, Luciana Littizzetto che giovedì sera si è presentata con un vestito grigio/argento, calze nerissime e scarpe…rosse/arancio. Venerdì alterna invece una tenuta da casa in camicia nera seta e pantalone, decisamente scadente, ad un abito lungo nero ampio, da notte, con un mini golf sulle spalle di fiori coloratissimi capace di ravvivare un po' il tutto. Il vestito avorio bomboniera resta invece inclassificabile.
Le sbaglia tutte Chiara, è impacciata sul palco e l'abbigliamento non l'aiuta. Se nella terza puntata indossa un abito identico a quello della prima serata ma ancora più smorto e attempato, nero e argento, nella quarta cambia totalmente look e sceglie un vestito lungo e capelli raccolti sul lato, troppo dama rinascimentale.

Maria Nazionale sfoggia in queste due serate un vestito sirena nero con il corpetto impreziosito da tocchi di luce argentei, prima, un abito da matrona romana, sempre nero, bello, ma forse troppo scollato per la sua età, dopo. Il mini corpetto di venerdì sera era davvero mini e sembrava reggersi a stento.

Simona Molinari si presenta in abito fucsia e ancora Swarovski, vero incubo dell'edizione di Sanremo 2013, cortissimo fermato su di una gamba e lunghissimo a coprire l'altra. Sulle scarpe blu luccicanti preferiamo sorvolare. Fedele al suo stile shock la sera successiva indossa un mini dress grigio con un voile di seta nera che copre, si fa per dire, le gambe.

Uno splendido completo anche nella terza puntata sanremese per Marco Mengoni un colore non fantastico, rosso cotto quasi marrone, che viene però rivitalizzato dallo stile ineccepibile di un cantante che dimostra nei suoi fashion mix un carattere unico. Elegantissimo per la quarta serata dove sceglie l'intramontabile completo bianco e nero, con capelli tirati su di un lato, per un effetto elegantissimo e d'altri tempi.

Tra le altre stelle in gara se per la terza sera sbaglia ancora, indossando un abito nero lungo e largo che tende ad evidenziare il suo fisico non più longilineo, Malika Ayane per la quarta puntata ci stupisce. Come Mengoni ci concede un tuffo nel passato con un vestito nero dal movimento luminoso, lungo appena sotto il ginocchio, svasato e arioso. Ci riporta indietro negli anni '60 e persino i suoi cappelli così chiari sembrano stornare molto meno. Nostalgica e moderna, dona l'illusione di essere ritornati ai tempi celebri in cui il festival si vedeva ancora in bianco e nero.

Concludiamo con la ragazza che in questo festival sembra aver capito meno in fatto di stile. Giovedì sera viene illuminata dai riflettori dell'Ariston in trasparenze ancora eccessive e troppo bambolina romantic minimal, parliamo naturalmente di Annalisa, che insieme ad Emma venerdì rivoluziona completamente il suo stile e si presenta mascolina e fin troppo vestita. Anche la Morrone solitamente originale e controcorrente, con un outfit personale e spesso apprezzabile, questa volta con la sua "tutina" delude non poco.

Attendendo l'imminente proclamazione del vincitore, vi lasciamo con questa domanda: cosa indosseranno per l'ultima gran serata le stelle del Festival 2013?

http://www.ilnadir.net/cherry-pick/abito-sbagliato-sanremo.html
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Dom Feb 17, 2013 1:15 am

Sanremo, Marco Mengoni vince il Festival
Vince in volata su Elio e le storie tese e i Modà. Agli Elii il Premio della critica

01:00 - Marco Mengoni ha vinto la 63esima edizione del Festival di Sanremo, condotto da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto, con la canzone "L'essenziale". Secondo posto per Elio e le Storie Tese ("La canzone mononota") che si aggiudicano anche il Premio della Critica Mia Martini e il Premio Miglior Arrangiamento. Terzi i Modà. Superstar la modella Bianca Balti. Risate con Claudio Bisio e grandi ovazioni per Bocelli.
I Big sono stati valutati nella prima parte dal televoto di giovedì scorso (pesava il 25%), dal televoto aperto in diretta (25%) e dalla Giuria di qualità (50%) formata dal compositore Nicola Piovani (Presidente di Giuria), l'etoile dell'Opera di Parigi Eleonora Abbagnato, il giornalista Stefano Bertezzaghi, l'arpista Cecilia Chailly, il dj Claudio Coccoluto, la conduttrice Serena Dandini, lo scrittore Paolo Giordano, la produttrice Nicoletta Mantovani, la pianista Rita Marcotulli e Beppe Fiorello.

La serata è stata inaugurata da Raphael Gualazzi che ha offerto la versione più convincente dall'inizio del Festival di “Sai (ci basta un sogno)” un trionfo musicalità. Poi gli Almamegretta “Mamma non lo sa” e Daniele Silvestri che esegue “A bocca chiusa” sempre al pianoforte ma a sorpresa si alza per chiudere il brano con l'interprete del linguaggio dei segni. Buona esibizione dei Modà ormai sicuri e 'dritti' in “Se si potesse non morire”. Surreale e teatrale con la sua mimica facciale Simone Cristicchi “La prima volta (che sono morto)”, sempre più melodica e nazionalpopolare Maria Nazionale (“E' colpa mia”), Annalisa (“Scintille”) nella sua migliore esibizione. Max Gazzè (“Sotto casa”) si è presentato con un finto occhio di vetro e poi ha fatto alzare Fabrizio Frizzi in prima fila per dirigere il pubblico in platea sul finale. Look sexy per Chiara (“Il futuro che sarà”) con décolleté velato da un tessuto color carne ma la canzone non valorizza appieno le grandi potenzialità della cantante, il brano stenta a decollare. Marta sui Tubi “Vorrei”, elegante in un lungo abito nero e con classe Malika Ayane (“E se poi”) ha offerto una interpretazione decisamente convincente, sempre imprevedibili Elio e Le Storie Tese (“La canzone mononota”) lievitano e diventano obesi, Marco Mengoni (“L'essenziale”) è stato perfetto tecnicamente e nell'interpretazione. Infine Simona Molinari con Peter Cincotti (“La felicità”) a tutto swing. Il Premio Miglior Arrangiamento è andato a "La canzone mononota" di Elio e le Storie Tese. Fabio Fazio poi ha comunicato i tre più votati dal giudizio congiunto tra televoto e Giuria di qualità: Mengoni, Elio e Le Storie Tese e i Modà. Poi si è riaperto il televoto e la Giuria di qualità ha espresso di nuovo le preferenze per decretare il vincitore.

Nella serata finale sono anche intervenuti la cantautrice e pianista sedicenne Birdy, Andrea Bocelli con il figlio 18enne Amos al pianoforte ha intonato “La voce del silenzio”, "Love Me Tender" e l'inedito “Passione”, il rugbista Martin Castrogiovanni, il ballerino Lutz Forster ha reso omaggio alla grande coreografa Pina Bausch mentre il maestro Daniel Harding ha celebrato la musica di Wagner ("la cavalcata delle valchirie") e Verdi ("Aida") in apertura.

ELIO E LE STORIE TESE E “LA CANZONE MONONOTA” VINCONO IL PREMIO DELLA CRITICA “MIA MARTINI” - Elio e le Storie Tese con “La canzone mononota” ha vinto con 32 voti il Premio della critica che è stato consegnato sul palco dopo una decisione passata a maggioranza dei giornalisti della Sala Stampa. Hanno votato 114 giornalisti accreditati presso la Sala Stampa Ariston Roof. Voti validi 112, schede nulle 2. Hanno riportato voti anche Raphael Gualazzi con “Sai (ci basta un sogno)” (26 voti) e Daniele Silvestri con “A bocca chiusa” (14 voti).

IL PREMIO DELLA SALA STAMPA RADIO-TV-WEB "LUCIO DALLA" A ELIO E LE STORIE TESE - Elio e le Storie Tese hanno vinto con 14 voti il Premio della Sala Stampa Radio-Tv-Web. Hanno riportato voti anche Max Gazzè e Daniele Silvestri (11 voti), Raphael Gualazzi e Modà (9), Simone Cristicchi (7), Simona Molinari con Peter Cincotti (6), Marco Mengoni (5), Annalisa (4), Malika (3) e Chiara (1).

Andrea Conti

http://www.tgcom24.mediaset.it/televisione/articoli/1082148/sanremo-marco-mengoni-vince-il-festival.shtml
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Dom Feb 17, 2013 1:17 am

Il vincitore è Marco Mengoni
«Non pensavo di vincere»
Il cantante di Ronciglione, già primo a XFactor nel 2009, arrivò terzo al festival nel 2010

SANREMO - Nella serata degli omaggi sanremesi ha rischiato riproponendo Ciao amore ciao di Luigi Tenco. Probabilmente è stata questa la mossa azzeccata che non ha lasciato indifferente la giuria di qualità. In quanto al televoto c'erano pochi dubbi che la classifica provvisoria fosse smentita. Primo Mengoni, secondi Elio e le Storie tese, terzi i Modà. È stato un Sanremo in crescendo per il 25enne cantante di Ronciglione. Troppo emozionato la prima sera quando fu bocciata invece Bellissimo di Gianna Nanni e Pacifico e passò L'essenziale (scritta da Roberto Casalino e De Benedittis) poi via via più a suo agio. Con un sostegno popolare crescente, non più solo lo zoccolo duro dei fan di XFactor che vince nel 2009 con la benedizione di Morgan.

SCARAMANZIA - Forse per scaramanzia nelle interviste nei giorni precedenti ripeteva: «Non vincerò, me lo sentivo di più tre anni fa». Invece cantante terzo al festival nel 2010 ce l'ha fatta. E toccherà a lui rappresentare l'Italia all'Eurovision Song Contest 2013 di maggio a Malmo.

http://www.corriere.it/spettacoli/speciali/2013/sanremo/notizie/16-febbraio-marco-mengoni_8804dbe2-788a-11e2-add6-217507545733.shtml
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da puparock il Dom Feb 17, 2013 1:39 am

Marco Mengoni trionfa a Sanremo
Sul podio anche Elio e le storie tese (vincitori del premio della critica) e i Modà
Luisa De Montis - Dom, 17/02/2013 - 01:00
commenta
Il Festival di Sanremo l'ha vinto lui, Marco Mengoni. Si è imposto sui Modà ed Elio e le storie tese.
A questi ultimi è andato il premio della critica. Per molti Mengoni un predestinato, avendo vinto la terza edizione di X Factor nel 2009 (il suo mentore era Morgan). Qualcuno dirà "ci risiamo, un altro che arriva da un talent show": prima di lui, infatti, al teatro Ariston si erano imposti Marco Carta (2009), Valerio Scanu (2010) ed Emma l'anno scorso. Tutti e tre arrivavano da Amici, il talent di Maria De Filippi. Ma le facili ironie si sgonfiano facilmente con una domanda: i talent servono o no a scoprire nuove belle voci? Piacciano o no questi programmi, la risposta è sì.

Mengoni ha vinto con una bella canzone, "L'essenziale", mostrando al pubblico una bellissima voce, ma questa non è una novità. Dopo X Factor, infatti, Mengoni aveva già partecipato al Festival, nel 2010, arrivando terzo con il brano "Credimi ancora". Stavolta per il 25enne di Ronciglione (Viterbo) arriva la consacrazione. Che per il mercato discografico in realtà c'è già stata, visto che ha già venduto, in questi anni, qualcosa come 270mila copie.

A decidere il nome del vincitore è stato un mix tra il voto popolare e quello della giuria di qualità. Il meccanismo di calcolo era questo: 25% voto popolare giovedì sera, 25% voto popolare sabato sera, 50% voto espresso dalla giuria presieduta da Nicola Piovani e composta da: Eleonora Abbagnato, Stefano Bartezzaghi, Cecilia Chailly, Claudio Coccoluto, Serena Dandini, Paolo Giordano, Nicoletta Mantovani, Rita Marcotulli, Neri Marcorè e Beppe Fiorello.

Bisio fa il qualunquista
Dopo le polemiche suscitate dall'intervento di Crozza, nella prima serata del Festival, poteva mancare il bis? Non siamo certo a quei livelli ma poco ci manca. Claudio Bisio ha dato sfogo a un intervento denso di qualunquismo. Questo è il passaggio clou del suo monologo politico: "Finché ci sono loro in questo paese non cambierà mai, dicono una cosa e ne fanno un'altra, non mantengono le promesse, sono incompetenti, bugiardi, inaffidabili, mandiamoli tutti a casa". Poi continua: "Non parlavo degli eletti, ma degli elettori, stavo parlando di noi, degli italiani, perché siamo noi i mandanti, noi che li abbiamo votati. Se li guardate bene è impressionante come ci assomigliano, sono come noi italiani, precisi sputati".
http://www.ilgiornale.it/news/spettacoli/chi-vincer-sanremo-886669.html
avatar
puparock
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 3027
Data d'iscrizione : 12.10.10
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Dom Feb 17, 2013 1:52 am

Sanremo 2013

di Ernesto Assante

La migliore edizione del Festival di Sanremo da molti anni in qua si è appena conclusa, con un risultato tutto sommato giusto, la vittoria di Marco Mengoni con “L’essenziale”.
E’ stato un festival ben costruito e ben gestito da Fazio e dalla sua numerosissima squadra, un festival che è molto cambiato in quanto a contenuti, sia musicali che d’intrattenimento, che ha cercato di rinnovarsi senza negare pezzi importanti di quella tradizione che, per quanto pessima, ha sempre portato il Festival al successo. Quindi, ribaltando la vecchia formula, musica buona in gara e superospiti tradizionali (Cutugno, Al Bano, e gli sfortunatamente assenti Ricchi e Poveri). Ospiti musicali di livello straordinario, Bollani e Veloso, Antony e Asaf Avidan, Bocelli e anche la giovanissima Birdy, musica classica e jazz. E poi Crozza e Bisio, gli spazi della Littizetto, l’immancabie e necessario Pippo Baudo, persino una coreografia di Pina Bausch. Insomma, difficile poter criticare un festival così costruito, e ben condotto, finalmente senza quelle inutili e fasulle presentazioni lette da vallette insulse, ma presentazioni semplici, normali e punteggiate dall’ironia della Littizzetto, vera, straordinaria vincitrice del Festival.
Insomma, Fazio ha fatto quasi tutto benissimo (tranne l’incomprensibie scelta di far cantare Caetano Veloso a notte fonda) e merita il successo che ha ottenuto
E le canzoni? Si può fare di meglio, molto di meglio sul fronte dei giovani che, tranne Nardinocchi, francamente non presentava nulla di interessante e meritorio. Mentre per quello che riguarda il concorso, la scelta della doppia canzone si è dimostrata completamente errata, non motivata, anzi in alcuni casi addirittura controproducente, essendo state eliminate nella prima serata alcune canzoni che avrebbero meritato molto di più di quelle che gli stessi cantanti hanno dovuto far proseguire nella gara. Il livello medio, comunque, era decisamente più alto che negli anni precedenti e la triade finale, Mengoni, Elio (assolutamente straordinari, in grado di offrire una lezione di musica divertentissima e mai snob), Modà, era del tutto giustificata, in buon equilibrio tra popolarità e qualità E questo equilibrio è stato perfettamente rappresentato da Marco Mengoni, che ha meritatamente vinto, con una bella canzone, ben cantata, con sicurezza e stile.
Insomma, un buon festival, con gli immancabili alti e bassi, con un carico di pubblicità alle volte esasperante, un ottima base di partenza per un festival che, se resta nelle mani di Fazio e dei suoi, può ancora crescere, dimostrando che non c’è bisogno di trattare il pubblico televisivo come degli idioti, che si può fare della buonissima televisione popolare, che c’è spazio per qualche piccola buona idea, persino nella tv italiana.

http://assante.blogautore.repubblica.it/

avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Dom Feb 17, 2013 3:16 am

Festival di Sanremo, vince Marco Mengoni

Dopo Amici tocca a X Factor conquistare il palco di Sanremo. Marco Mengoni è stato lanciato dal talent, Elio è giudice dello show e anche il “giovane” vincitore Antonio Maggio è stato parte della prima edizione dello show come cantante degli Aram Quartet

Paolo Giordano - Dom, 17/02/2013 - 02:16

Alla fine ha vinto Marco Mengoni. E’ lui, con la canzone ‘L’essenziale’, il trionfatore del Festival di Sanremo e si è presentato emozionato come non mai in sala stampa per la conferenza finale dopo la proclamazione: “Dedico il premio al mio staff e a Luigi Tenco” ha detto quasi balbettando. Di fianco a lui, i “grassissimi” Elio e Le Storie Tese con Elio che confessa: “Sotto questo trucco c’è l’impossibile, intendo nel senso di sudore”… Al tavolo della giuria ci sono anche i Modà, terzi classificati, con Kekko Silvestre sereno e molto rilassato: “Questa vittoria non la dedico a mia figlia, a mia figlia dedico la vita”. Applauso sincero (anche perché Kekko ha rivelato di compiere gli anni proprio oggi). In poche parole, parlando di consenso popolare, i veri vincitori sono proprio i Modà, che godono di un clamoroso seguito e di una quantità di biglietti venduti che neppure le superstar straniere. (e rassegnati Giordà! ) E se gli Elii precisano di non essere “i nuovi Toto Cutugno” perché anche nel 1996 erano arrivati secondi. Insomma un Festival di Sanremo che nel complesso ha “rispettato” il giudizio popolare espresso con il televoto, aggiungendo soltanto – si fa per dire – Elio nel trio finale. Volendo, si potrebbe dire che, dopo anni di cantanti selezionati da Amici, stavolta è stato X Factor a conquistare l’Ariston. Marco Mengoni è stato lanciato dal talent, Elio è giudice dello show e anche il “giovane” vincitore Antonio Maggio è stato parte della prima edizione dello show come cantante degli Aram Quartet (primi classificati). Ma da adesso sarà impossibile trascurare la realtà musicale che, in campo pop, è stata selezionata e lanciata dalle gare tv. E forse cadranno tanti dei pregiudizi che immancabilmente accolgono le voci “marchiate” dai talent show. Questa è la realtà e far finta che non sia così sarebbe sbagliato. In fondo questa 63esima edizione rappresenta un capitolo fondamentale nell’evoluzione del pop italiano: i talent show sono stati “accettati” definitivamente dall’”intellighenzia culturale” anche perché a giudicare le canzoni è stata (anche) una giuria di qualità presieduta nientemeno che da Nicola Piovani. E, alla fine, dopo cinque serate tra alti e bassi, si può tirare un bilancio: il Festival di Fazio & Littizzetto è stato meno rivoluzionario del previsto e molto ma molto in linea con i gusti popolari, quantomeno in tema di musica. Hanno vinto i cantanti che venderanno più dischi. E, da Annalisa fino a Gualazzi, saranno tanti a restare comunque al centro dell’attenzione per i mesi prossimi venturi. Tutto sommato, un risultato migliore delle previsioni (merito soprattutto di Mauro Pagani, coraggiosissimo nella scelta dei brani).

http://www.ilgiornale.it/news/spettacoli/festival-sanremo-vince-marco-mengoni-886676.html
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Jazzbianco il Dom Feb 17, 2013 9:39 am

http://www.corriere.it/spettacoli/speciali/2013/sanremo/notizie/16-febbraio-marco-mengoni_8804dbe2-788a-11e2-add6-217507545733.shtml

Sanremo 2013, trionfa Marco Mengoni
«Dedico la vittoria a Luigi Tenco»

Il cantante di Ronciglione, già primo a XFactor nel 2009, arrivò terzo al festival nel 2010


di STEFANIA ULIVI


SANREMO - Nella serata degli omaggi sanremesi ha rischiato riproponendo Ciao amore ciao di Luigi Tenco. Probabilmente è stata questa la mossa azzeccata che non ha lasciato indifferente la giuria di qualità. In quanto al televoto c'erano pochi dubbi che la classifica provvisoria che già lo vedeva primo fosse smentita. Primo Mengoni, secondi Elio e le Storie tese, terzi i Modà. È stato un Sanremo in crescendo per il 25enne cantante di Ronciglione. Troppo emozionato la prima sera quando fu bocciata invece Bellissimo di Gianna Nanni e Pacifico e passò L'essenziale (scritta da Roberto Casalino e De Benedittis) poi via via più a suo agio. Con un sostegno popolare crescente, non più solo lo zoccolo duro dei fan di XFactor che vince nel 2009 con la benedizione di Morgan. «Dedico la vittoria alle persone che mi sostengono, la mia crew nuova, la dedico a Luigi Tenco. E ringrazio la famiglia». È stato un video di Dalida a fargli scoprire l'essenza di Tenco, dice. « Mi sono messo a piangere, mi è entrata dentro. Mi è sembrato giusto fare questo come omaggio. Mi rappresenta anche il testo».


Marco Mengoni (
SCARAMANZIA - Forse per scaramanzia nelle interviste nei giorni precedenti Mengoni ripeteva: «Non vincerò, me lo sentivo di più tre anni fa». Invece cantante terzo al festival nel 2010 («Veramente dissi che ci sarei tornato da vincitore? Non è da me, forse ero ubriaco») ce l'ha fatta. E toccherà a lui rappresentare l'Italia all'Eurovision Song Contest 2013 di maggio a Malmo. «Mi sembra di essere un po' cresciuto, vero?» chiede. Emozionatissimo, prova rispondere alla domande, poi confessa. «Che devo dire, sono contentissimo».


Elio (Ansa)
ELIO E LE STORIE TESE - «Non vorremmo essere etichettati come i Totocutugni del nuovo secolo» scherza Elio. Ci hanno messo quattro ore per truccarsi da ciccioni, ce ne vorrà almeno una e mezza per tornare normali. Si portano a casa oltre al secondo posto il premio della critica («Ma Ma noi volevamo il premio del complimento» chiosa Rocco tanica). Per i terzi in classifica, i Modà parla Kekko: «Il nostro obiettivo era il podio, volevo provare la libidine di cantare la canzone dopo mezzanotte perché è il mio compleanno». Fazio saluta tutti e ringrazia: torna direttamente a Milano, domenica sera lo aspetta Che tempo che fa. «Grazie a tutti, scrivetelo che Luciana è stata un gigante».
avatar
Jazzbianco
Parlo parlo parlo
Parlo parlo parlo

Messaggi : 10507
Data d'iscrizione : 09.10.10
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Jazzbianco il Dom Feb 17, 2013 9:41 am

http://www.ilsole24ore.com/art/cultura/2013-02-17/marco-mengoni-lessenziale-vince-005818.shtml?uuid=AbiDE4UH

Marco Mengoni con «L'essenziale» vince il Festival, gli Elii secondi, terzi i Modà

Marco Mengoni con «L'essenziale» è il vincitore del 63mo Festival di Sanremo, ed è la quarta volta nelle ultime cinque edizioni che vince un cantante scoperto attraverso un talent show. Elio e Le Storie tese sono i secondi classificati - stessa posizione in podio la ebbero nel '96 con «La Terra dei Cachi» - mentre i Modà sono arrivati terzi.

«Grazie». È la sola parola che un emozionatissimo Marco Mengoni è stato in grado di pronunciare quando é tornato sul palco dell'Ariston da vincitore del Festival di Sanremo 2013. Poi si è rivolto verso gli orchestrali per ringraziarli con lo sguardo. Quindi l'abbraccio con Luciana Littizzetto, che la prima sera l'aveva preso scherzosamente in giro dicendogli «hai le mani fredde...». E lui, da allora in poi, ogni volta che è tornato a cantare sul palco si fregava le mani per riscaldarle prima di stringere quelle della Lucianina. «Grazie a tutti, tutto è stato bello, la festa è finita. Da domani torno a Che tempo che fa». Questo è stato invece il saluto di Fazio al pubblico dell'Ariston e quello a casa al termine dell'esecuzione del brano vincitore del Festival.
ARTICOLI CORRELATI
Mengoni dedica il premio a Luigi Tenco. Gli Elii: «volevamo essere quarti»
Sanremo: le nostre pagelle
Verrebbe da dire, tutto come da copione e previsioni. Doveva essere il festival dei due «registri», quello alto e quello basso, la kermesse della cultura popolare con qualche «inciampo» nell'arte in perfetto stile faziese. Il podio rispecchia evidentemente gli intenti di Fabio Fazio e dei suoi autori: e così vince «L'essenziale», poppettino facile facile di Marco Mengoni che rappresenterà anche l'Italia all'Eurovision Song Contest, festival europeo della canzonetta.
Dietro di lui, al secondo posto, l'altissima «Canzone mononota» di Elio e le Storie Tese, esibitisi con un trucco «pesante» che li rendeva simili a soggetti di Fernando Botero, e terzi i modesti Modà con l'ovvia «Se si potesse non morire». Gli Elii in ogni caso si consolano con il premio della critica e quello per il miglior arrangiamento. Dedicano i due riconoscimenti a Feiez, sassofonista e membro storico della band scomparso nel 1998.

Il peso della giuria
Sicuramente ha pesato il nuovo regolamento in funzione del quale il punteggio di ogni cantante era per il 50% determinato dal pubblico televotante e per l'altro 50% dalla giuria di qualità presieduta dal compositore premio Oscar Nicola Piovani. Senza giuria, probabilmente non avremmo visto Elio sul podio. Ma forse, mettendo nelle mani dei giurati un peso maggiore come fu nel 2000 quando vinsero gli Avion Travel, forse avremmo visto lassù altri Big che in questa edizione si sono distinti, come Daniele Silvestri e Raphael Gualazzi.

L'edizione coi conti in pari
Edizione sfortunata sul piano organizzativo, considerando ben tre forfait di ospiti, ma baciata dalla buona sorte sotto altri aspetti, ben più importanti: gli ascolti da record e la pubblicità. L'evento, infatti, «si è ripagato con la raccolta pubblicitaria grazie al magnifico lavoro della Sipra. Un ringraziamento va anche agli investitori pubblicitari che hanno creduto in questo progetto», ha detto a margine il direttore generale della Rai Luigi Gubitosi. Nell'era dell'austerity la mission è stata fin dall'inizio risparmiare sul budget e insieme puntare a ottimizzare gli introiti pubblicitari. Se negli ultimi due anni i costi complessivi si stima che abbiano viaggiato tra i 12 e i 13 milioni (al netto della convenzione tra la Rai e il comune di Sanremo che vale 7 milioni l'anno), per il 2013 è stato preventivato un costo non superiore agli 11 milioni che in sede di consuntivo - a quanto si apprende - potrebbe anche aggirarsi sui 10,5 milioni. In totale, quindi - in attesa che vengano tirate le somme - il festival, convenzione compresa, arriverebbe a costare tra i 17,5 e i 18 milioni (contro i 19-20 milioni delle ultime due edizioni). La spending review ha coinvolto tutte le voci di produzione, a partire dai cachet. Non hanno trovato conferma le cifre circolate nelle indiscrezioni dei giorni scorsi sui compensi dei conduttori (si è parlato di 600mila euro per Fabio Fazio, 300mila per Luciana Littizzetto), né degli ospiti (che complessivamente, secondo i rumors, avrebbero raggiunto i 700mila euro sborsati l'anno scorso per Adriano Celentano che li ha poi devoluti in beneficenza), ordini di grandezza definiti - ufficiosamente - fuori della portata di questo festival.
avatar
Jazzbianco
Parlo parlo parlo
Parlo parlo parlo

Messaggi : 10507
Data d'iscrizione : 09.10.10
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Jazzbianco il Dom Feb 17, 2013 9:42 am

http://tg24.sky.it/tg24/spettacolo/2013/02/17/63esimo_festival_sanremo_vince_marco_mengoni_secondi_elio_e_le_storie_tese.html

Marco Mengoni trionfa al 63esimo festival di Sanremo17 febbraio 2013

Consacrato dal televoto, il cantante che ha mosso i primi passi a X Factor, ha vinto con il brano L'essenziale. Al secondo posto Elio e le storie tese, terzi i Modà.

Antonio Maggio vince Sanremo giovani Le foto della finale: guarda la gallery - Tutte le foto del Festival

Marco Mengoni è il vincitore del 63/o Festival di Sanremo con il brano L'essenziale. Al secondo posto La canzone mononota di Elio e le storie tese - che vincono anche il premio della critica Mia Martini e quello per il miglior arrangiamento - terzi i Moda' con Se si potesse non morire.

Consacrato dal televoto, Mengoni, che ha iniziato da 'X Factor', è stato sempre in testa sin dalla prima votazione popolare.
"La vittoria la dedico a Luigi Tenco e a tutte le persone che lavorano con me e alla mia crew che è nuova e che si e' fatta un mazzo tanto" ha detto nella conferenza stampa notturna dei vincitori. “E' stato un Sanremo bellissimo, sereno, libero. Questo festival mi è piaciuto in tutto dall'inizio alla fine", ha aggiunto.
Quanto a chi ha un atteggiamento prevenuto per chi nato nei talent show "Io un passato ce l'ho e me lo tengo ben stretto. Non ci sono più problemi di razzismo. Chi pensa male continui a farlo".

La serata finale che ha segnato il trionfo del pop è stata aperta da Wagner e Verdi e, sul podio, Daniel Harding, uno dei direttori d'orchestra più prestigiosi della scena internazionale. Non solo un modo per riprendere il discorso iniziato con il Va pensiero nella prima serata, ma anche per rimarcare la vocazione a mescolare generi e temi di questo festival e della tv targata Fazio.

La finale, si sa, è una maratona con i 14 campioni che fanno riascoltare i loro brani e i tre finalisti che si giocano i posti sul podio. La meccanica del racconto è ormai collaudata: per usare un'immagine calcistica, Fazio fa il regista con licenza di inventare (vedi imitazioni, sketch e canzoni), la Littizzetto l'imprevedibile solista. Nel gioco di reciproci sfottò, nell’ultima serata la Littizzetto si è presa qualche rivincita trovando la complicità di Bianca Balti, super model disponibile al gioco e di Martin Castrogiovanni, uomo simbolo della nazionale di rugby.

C'e' stato anche il ritorno della comicità con Claudio Bisio che è riuscito a parlare di politica senza creare sconquassi. Super ospite musicale Andrea Bocelli che, in omaggio al festival da dove è partita la sua carriera, si è proposto in chiave pop. Prima 'La voce del silenzio', poi l'esibizione con Amos, il diciottenne figlio pianista nato proprio quando il papaà cantava 'Con te partirò": insieme hanno fatto ascoltare "Love me tender" e 'Quizas Quizas Quizas'. A rappresentare l'altra faccia del pop, Birdy (nome d'arte di Jasmine van den Bogaerde), diciottenne star diventata una diva adolescenziale grazie al brano inserito nella colonna di 'Hunger Games'.
avatar
Jazzbianco
Parlo parlo parlo
Parlo parlo parlo

Messaggi : 10507
Data d'iscrizione : 09.10.10
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Jazzbianco il Dom Feb 17, 2013 9:45 am

http://www.bintmusic.it/news/musica_italiana/marco_mengoni_vince_il_festival_di_sanremo.html

Marco Mengoni vince il Festival di Sanremo
Come pronosticato da molti e indovinato anche dagli utenti di Bintmusic.it con un sondaggio, Marco Mengoni ha vinto il Festival di Sanremo 2013. La sua canzone 'L'essenziale' ha convinto sia il pubblico da casa ma evidentemente anche la giuria presieduta dal premio oscar Nicola Piovani che comprendeva altri nomi illustri dello spettacolo e della musica e che probabilmente ha contribuito anche al secondo posto di Elio e le storie tese che con la loro 'Canzone Monotona' si sono classificati al secondo posto vincendo anche il Premio della critica e per il miglior arrangiamento, mentre i Modà sono al terzo posto.

All'annuncio della vittoria un Marco Mengoni visibilmente emozionato non ha mancato di rimarcare la sua provenienza dai talent show televisivi (nel 2009 ha vinto XFactor), senza che questo possa escludere la sua storia di artista e i suoi ideali. Non a caso nella conferenza stampa ha dedicato la vittoria a Luigi Tenco di cui nella serata di Sanremo story aveva interpretato Ciao amore ciao.

Insomma il Festival di Fazio che voleva unire alto e basso, popolare e colto sullo stesso palco, sembra riassumersi anche nello spirito del vincitore e non poteva che essere così dopo l'inizio della serata aperta da uno dei più famosi direttori d'orchestra al mondo, Daniel Harding, che nel celebrare Giuseppe Verdi non ha mancato di rimarcare come la musica sia una cosa sola, unica e indivisibile, da ascoltare, scoprire e approfondire anche grazie a questo modo di fare televisione, oggi più che mai vincente sia dal punto di vista della qualità che degli ascolti.
avatar
Jazzbianco
Parlo parlo parlo
Parlo parlo parlo

Messaggi : 10507
Data d'iscrizione : 09.10.10
Età : 105

Tornare in alto Andare in basso

Re: Festival Rassegna web

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 7 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum