Rassegna web

Pagina 3 di 40 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 21 ... 40  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Mer Gen 09, 2013 11:05 am

Nannini presenta Inno e canta a Sanremo con Marco Mengoni

Gianna Nannini ha presentato il suo nuovo album Inno, in uscita il 15 gennaio, anticipato dal singolo La fine del mondo, che è già nelle top ten delle classifiche radiofoniche.

Nel nuovo album della cantante senese ci sono dodici brani inediti che celebrano la vita, l’amore che così come arriva nella vita delle persone, passa. Ispirata dalle letture della scrittrice Elsa Morante, per le emozioni ed i sentimenti che espressi possono far diventare libere le persone.

Tra le canzoni presenti nell’album Inno, troviamo Pacifico e Isabella Santacroce e Tiziano Ferro autore di Nostrastoria.

L’album è stato registrato per la parte musicale a Londra, tra il Rak e gli Abbey Road Studios, con il produttore dei Black Sabbath, Iron Maiden e dei Verve, Wil Malone.

Il tour che porterà in giro per l’Italia Gianna Nannini ed il suo nuovo album Inno, partirà il 12 aprile da Roma, e poi farà sosta nelle principali città italiane.

Gianna Nannini sarà presente al Festival di Sanremo condotto da Fabio Fazio come autrice, infatti ha scritto i testi della canzoni che Marco Mengoni porterà sul palco dell’Ariston. L’ex vincitore di X-Factor porterà il brano firmato anche da Pacifico, che si intitola Bellissimo. Mengoni ha vinto nel 2010 il Best European Act e la Nannini ne è una estimatrice.

Infatti dichiara: conosco Marco, mi piace molto come canta e volevo trovare una canzone in cui potesse esprimersi. Questa è la mia nuova scelta, trovare nuovi talenti e aiutarli ad esprimere al meglio la propria creatività.

E poi Gianna aggiunge: Parteciperei volentieri anche come cantante a Sanremo, se Fazio mi invitasse non avrei davvero nessun problema a dirgli sì

http://www.uominidonne.net/27810/nannini-presenta-inno-e-canta-a-sanremo-con-marco-mengoni.html
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Mer Gen 09, 2013 11:10 am

Gianna Nannini, 'Inno': 'Un'ode alla rinascita esistenziale tramite il dolore'

La parte che riguarda Marco:

Il senso di rinascita e positività presenti in "Inno" si trovano anche alla base dei progetti ad esso paralleli come, ad esempio, in "Bellissimo", brano da lei composto che Marco Mengoni porterà in gara alla 63esima edizione del Festival di Sanremo: "Innanzi tutti Marco mi è sempre piaciuto molto per cui è stato un piacere scrivere per lui. Poi l'ho fatto perché credo sia necessario aiutare i giovani artisti non facendoli solo cantare cover. I talent show vanno benissimo, ma per aiutarli davvero si deve torvar loro qualcosa di nuovo, qualcosa di composto in base alle loro qualità e perché loro abbiano la possibilità di esprimersi e imparare a farlo". Inevitabilmente, la palla è passata alla puntuale domanda su un'ipotetica partecipazione al Festival alla quale Gianna ha risposto: "Se mi invitassero ci andrei con piacere. Non ho nulla da fare in quei giorni. Ma quest'anno non ci sono ospiti, quindi…"

http://www.rockol.it/news-457940/Gianna-Nannini,-%27Inno%27-%27Un%27ode-alla-rinascita-esistenziale-tramite-il-dolore%27
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Ospite il Mer Gen 09, 2013 11:42 am

Quest'anno una sua canzone, "Bellissimo" sarà cantata a Sanremo da Mengoni. Com'è successo?
"Mi piace come canta Marco. Anche se non amo i talent show, anzitutto perché fanno cantare cover e non cose inedite, magari degli stessi artisti. Però voglio aiutare i giovani, e farlo sempre di più".
http://www.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/2013/01/09/news/gianna_nannini-50163115/


Canta (e spera) nella rinascita. La rinascita talvolta è anche frutto del passaggio generazionale. Perciò ha scritto uno dei brani che Marco Mengoni canterà al Festival di Sanremo?
«Lui mi è piaciuto subito. E comunque voglio aiutare i giovani a esprimersi non solo con le cover, come fanno i talent show, ma anche con la propria cifra artistica».
http://www.ilgiornale.it/news/spettacoli/urlo-mio-inno-svegliare-litalia-crisi-lintervista-872641.html


Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Sonsoles il Mer Gen 09, 2013 3:04 pm

Ha scritto un brano per Marco Mengoni per Sanremo.
Ci siamo conosciuti e mi è piaciuto. Bisogna supportare i nuovi talenti con musica creativa e non con contenuti che non gli si addicono o con cover.

http://mag.sky.it/mag/musica/2013/01/08/gianna_nannini_inno_intervista.html
avatar
Sonsoles
Parlo parlo parlo
Parlo parlo parlo

Messaggi : 3307
Data d'iscrizione : 14.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Mer Gen 09, 2013 7:34 pm

Tutti gli uomini di Gianna

di Marion Vague 09 gennaio 2013

Tiziano Ferro le ha donato una delle canzoni di Inno e Pacifico ha scritto con lei a quattro mani molti dei restanti testi dell'album. Non contenta, Gianna ha preso un nuovo pupillo sotto la sua ala: ha scritto una canzone che Marco Mengoni porterà a Sanremo

TIZIANO FERRO: «MI TROVO BENE NELLE SUE PAROLE»
«E' un dono, è come se avesse scritto una mia storia, mi trovo bene nelle sue parole».

In questo modo Gianna Nannini definisce Nostrastoria, il brano del nuovo album Inno scritto per lei da Tiziano Ferro, che ne sta preparando anche la traduzione spagnola.
La collaborazione tra i due artisti è nata nel più naturale dei modi: un "amico" comune.
Un amico speciale, considerato che si tratta di Aldo Tagliapietra, chitarrista di entrambi.
La Nannini dichiara di nutrire da sempre grande stima nei confronti del cantautore romano definendolo un interprete di grande personalità che «quando canta è tutto dentro la canzone».

PACIFICO: UN LEGAME TELEPATICO
E' basato sicuramente sulla stima anche il rapporto professionale (e personale) che la lega da diverso tempo a Pacifico, coautore di ben cinque dei brani dell'ultima fatica di Gianna, compreso Inno, che dà nome all'album e che per la cantante è il pezzo più bello in assoluto.
I due, che collaborano dal 2006 (dai tempi di Sei nell'anima), lavorano in perfetta simbiosi:
«Pacifico mi ha mandato un sms con scritto "Sai cosa si fa la prossima volta?Il prossimo pezzo si fa telepatico"».

E'evidente che la cantante ama i lavori in team e, tra l'altro, crede che possano essere un valido aiuto per far emergere la personalità dei nuovi talenti, specialmente quelli lanciati dai talent show, spesso abituati più ad eseguire cover che a lavorare sulla propria creatività.
Da questo nasce la collaborazione con Marco Mengoni.

MARCO MENGONI: UN REGALO PER SANREMO 2013
«Ho conosciuto Marco e mi piace molto vederlo e sentirlo cantare. Ho voluto trovare una canzone in cui potesse esprimersi».
Pare averla trovata (e scritta): Gianna ha "regalato" al cantante (vincitore di X-Factor 2009, oramai affermatosi nel panorama musicale) Bellissimo, canzone in gara sul palco dell'Ariston durante il prossimo Sanremo.


http://www.style.it/star/musica/2013/01/09/tutti-gli-uomini-di-gianna.aspx?fb_action_ids=464350256956386&fb_action_types=og.likes&fb_source=timeline_og&action_object_map={%22464350256956386%22%3A452684198128184}&action_type_map={%22464350256956386%22%3A%22og.likes%22}&action_ref_map=[]
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Ospite il Mer Gen 09, 2013 9:14 pm

La biografia di Marco sul sito sanremo.rai.it per presentare i campioni in gara

Campioni
Marco Mengoni
Bellissimo
L'essenziale
Marco Mengoni , vincitore incontrastato della terza edizione di 'X Factor'. Presenza scenica da professionista consumato, lunatico, "permaloso quasi antipatico", ha conquistato la stima del pubblico (non è mai finito in ballottaggio per l'eliminazione) grazie a interpretazioni di grande spessore.

Il 4 dicembre esce “Dove si vola”, il suo primo Ep, che in poche settimane scala le classifiche di vendita con oltre 70 mila copie.

“Dove si vola”, brano che da il titolo all’Ep, è difficile da interpretare per un uomo, sia per la tonalità molto alta che per l’articolazione della melodia sull’armonia. La forza vocale di Marco regala al pezzo una magia unica che, durante le esibizioni fa letteralmente volare il pubblico, pubblico che l’ha votato e proclamato, quasi fin da subito, il vero talento dell’ultima edizione di X Factor. All’interno dell’EP un altro brano inedito, “Lontanissimo da te”, firmato Massimo e Piero Calabrese e cinque tra le più emozionanti cover cantate da Marco durante il programma.

Marco nasce a Ronciglione (VT) il 25 dicembre 1988 (Capricorno), proprio nel giorno di Natale. Fin da bambino ama tutti i generi musicali: “Alla tenera 'altezza' di 70 cm. comincio ad ascoltare di tutto, dal pop all’r&b, soul, rock ed inizio ad approfondire la mia cultura musicale: scopro il karaoke e comincio a cantare di nascosto, per timidezza. Poi una volta i miei per caso mi ascoltano e si convincono di mandarmi ad una scuola di canto. Da quel momento capisco che la musica non è poi così semplice come pensavo: c'era da imparare molto…. tecniche di respirazione, maschera facciale, scale, vocalizzi di qualsiasi genere, per affinare la voce”.

Marco inizia a cantare all’età di 14 anni. Mentre studia all'Istituto per il Design, segue anche una scuola di canto dove impara le prime tecniche per la gestione e l'utilizzo dei propri mezzi vocali. Visto il talento di Marco, l’insegnante di canto lo inserisce in un piccolo quintetto vocale con cui si esibisce in serate di piazza e per le festività, facendo cover.

Dopo 2 anni inizia il suo percorso solista con un gruppo di musicisti con il quale suona nei club un po’ del suo repertorio originale e un po’ di cover, continuando quindi la sua gavetta. Da lì a poco,Marco comincia la sua collaborazione con la sua attuale Produzione…Tre anni di duro lavoro e provinaggio, per affinare lo stile e la personalità, ed anche per questo, Marco, figlio unico, lascia la famiglia per trasferirsi a Roma. Contemporaneamente si iscrive all’Università nella Facoltà di Lingue, e fa esperienza come fonico e programmatore, prendendo familiarità con gli studi di registrazione.
Il suo genere preferito resta il Brit Pop e la sua massima, e amatissima, influenza musicale sono i Beatles: tra le sue canzoni preferite dei Fab 4 ci sono 'Michelle' e 'The Fool on te hill'. Anche se il brano che gli ha cambiato la vita è 'La luce dell’est' di Lucio Battisti.

Vincendo X Factor Marco partecipa di diritto alla Sessantesima Edizione del Festival di Sanremo, nella categoria 'Artisti', interpretando “Credimi ancora”, brano che fa parte dell’EP “Re Matto” uscito il 19 febbraio su etichetta Rca/Sony Music.

E’ un anno davvero unico per quest’artista giovane ma pieno di talento. Mentre la sua pagina di facebook continua a crescere (superando ad oggi i 200 mila iscritti), Il 3 e 4 maggio parte dall’Alcatraz di Milano Il “Re Matto Tour, un viaggio nella “Mattità”, un’avventura vertiginosa nella mente colorata e multiforme di Marco Mengoni. Lo spettacolo nasce da un’ idea di Marco, Luca Tommassini e Stella Fabiani. La regia è affidata a Luca Tommassini, la direzione artistica è di Piero Calabrese, la produzione è di F&P Group e dei “Cantieri Musicali” che da sempre lavorano con Mengoni. Nel team creativo di Marco e del “Re Matto Tour” sono state coinvolte figure importanti a livello mondiale come lo stilista Neil Barrett, che finora ha solo disegnato abiti per artisti come Madonna, Justin Timberlake, Brad Pitt e Johnny Depp, e lo scultore Davide Orlandi Dormino, creatore di “Opera Scacchi”, la scultura che invade il palco. “Re Matto Tour” è ideato, sviluppato e strutturato all’insegna della totale libertà, della poesia, della sregolatezza e dell’improvvisazione rendendo ogni concerto un vero evento, con ospiti a sorpresa che Marco scoprire insieme al pubblico… una sfida che solo un Re Matto poteva accettare.

Intanto l’8 maggio Marco partecipa ai Trl Awards e vince nella categoria “Man of the Year”.

Il “Re Matto tour” è un’esperienza straordinaria per Marco, che vive e si ciba dell’entusiasmo del pubblico. Continuano ad aggiungersi altre date a questo tour trionfale che sta collezionando un sold out dopo l’altro.

Il 2 giugno viene premiato ai Wind Music Awards e si aggiudica il doppio disco di platino per il suo primo Ep “Dove si vola”, che raccoglie l’omonima canzone e alcune delle cover cantate durante il programma di X Factor, e l’album “Re Matto”, superando le 160 mila copie vendute.
Il "Re Matto" del pop italiano non si fa mancare proprio nulla. Ha superato gli altri colleghi in gara agli Ema 2010 nella categoria dedicata agli artisti italiani: Malika Ayane, dARi, Sonohra e Nina Zilli.
Questo è un riconoscimento fondamentale per Marco Mengoni, artista italiano rivelazione del 2010, che ad MTV si era già aggiudicato il premio come "Man Of The Year" ai TRL Awards 2010 ed è arrivato secondo in una gara all'ultima edizione del Coca Cola Live @ MTV: The Summer Song. Grazie alla vittoria come Best Italian Act, Mengoni è entrato in nomination per il "Best European Act" in concorrenza con gli altri vincitori dei regional act.
Il 19 ottobre è uscito su etichetta Rca/Sony Music il Cd+Dvd “Re Matto live”.. l’album ha debuttato al 1° posto della classifica dei dischi più venduti (Gfk/Fimi) e al 1° posto della classifica di iTunes.
E a novembre Marco Mengoni, dopo aver trionfato nella categoria Best Italian Act, si è aggiudicato anche il prestigioso titolo di Best European Act: un premio importante per lui e per l'Italia, considerando che in 17 edizioni nessun italiano era mai riuscito a raggiungere tale riconoscimento.
Il 2 settembre 2011 arriva in radio il singolo “Solo” che, anticipando l’uscita del nuovo disco, schizza al primo posto della classica di iTunes. Il 27 settembre esce “Solo 2.0”, un vero e proprio concept album, che oltre alle tracce del disco, ad un contenuto virtuale speciale (Il Comic 2.0), ha contaminato anche la prima parte del Tour.
Dopo un’anteprima trionfante del “Solo Tour” con due date evento al Forum di Assago e al Palalottomatica di Roma, Marco Mengoni decide di cambiare veste allo spettacolo e di svelare al pubblico un’altra porzione d’anima, il suo lato più intimista, quasi introspettivo, non tralasciando mai la sua voglia di stupire e di emozionare. È un tour teatrale che fa della suggestione visiva e sonora il suo punto di forza.
Uno spettacolo in cui musica, movimento scenico, luci e scenografie compenetrano tra loro, per toccare ancor più da vicino l’anima di chi ascolta. L’essenza intimista dello spettacolo è rappresentata soprattutto dal suono. Una chiave di lettura inedita, con cui verranno reinterpretati molti tra i brani più noti del repertorio di Marco, insieme ad alcune cover, mai eseguite prima.
Il tour teatrale, ideato da Elisa, Marco Mengoni e Andrea Rigonat, è partito dall’Arcimboldi di Milano il 19 aprile, passando dal Filarmonico di Verona, il Politeama di Palermo, il Gran Teatro di Roma e molti dei teatri più importanti d’Italia.
In radio intanto suona il nuovo singolo “Dall’inferno”, estratto dall’album Solo 2.0
È uscito il 24 aprile, in esclusiva su iTunes, “Dall’Inferno EP”, l’EP digitale di Marco Mengoni contenente la title track, il videoclip e il backstage inedito di “Dall’inferno” e il video live di “Come ti senti”, girato durante lo showcase di presentazione dell’album “Solo 2.0”.
Marco è stato ospite dell’evento "Premio Leggio d'Oro", dove gli è stato consegnato il Premio Speciale Voce Rivelazione Cartoon per il doppiaggio del personaggio Onceler nel cartone animato "Lorax il guardiano della foresta".
Marco prende parte al progetto "...Io Ci Sono", l'album tributo a Giorgio Gaber che celebra il grande artista a dieci anni dalla sua scomparsa, interpretando il brano "Destra-Sinistra".

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Gio Gen 10, 2013 2:59 pm

Britti e Mengoni (per un pezzo da uomini...)

Uno è un eccellente musicista, l'altro una promessa (già mantenuta) della musica italiana. Uno è stato lanciato dalla sua chitarra (nel senso che suonava talmente bene, che hanno pensato di provare anche la sua voce...), l'altro deve tutto al mondo dei talent, X-Factor, nella fattispecie. Dopo il duetto Lo Coco - Mannoia, l'incontro in musica tra Alex Britti e Marco Mengoni ci regala un atmosfera unica: a quasi 4 anni di distanza, ascoltare ancora una volta la loro versione di "Oggi sono io" ci fa fare una riflessione sulla grande Mina...

Oggi siamo noi...

Marco Mengoni era un pupillo di Morgan, un ragazzo dalle doti incontestabili, dalle potenzialità inoppugnabili. Umile, aggressivo, elegante. Quella tessitura vocale così originale, così nuova rispetto ai canoni della musica di casa nostra, ha avuto in questa occasione la fortuna di incrociare il suo destino con quello di Alex Britti. Capita di rado (soprattutto tra due voci italiane) riuscire ad assistere ad uno spettacolo del genere, due in grado di completarsi con una naturalezza disarmante...

Pensi a ripensi a brani che hanno fatto la fortuna di grandi interpreti femminili, come ad esempio "Minuetto", cantata da Mia Martini. Adoriamo sino al midollo il talento di Mimì, ma la versione di Califano resta più intensa, più coinvolta, più forte. Lo stesso capita con Mina, quando canta proprio "Oggi sono io". Voce da brividi, roba che ha inciso tutto in "take one". Tuttavia, Marco Mengoni ci dimostra (tanto nella strofa, quanto nell'esplosione del refrain) come questo pezzo sia terribilmente maschile: perché la storia è la vita di un uomo, che prima sussurra e poi parla. Fino a urlare tutti i suoi sentimenti. Alex Britti sta lì, in un angolo: perfetto nell'impreziosire un brano tutto suo. "Aspetterò quando è il momento e non sarà una volta sola..."

http://velvetmusic.it/2013/01/07/britti-mengoni-per-un-pezzo-da-uomini/
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Kiki il Gio Gen 10, 2013 3:07 pm

OT (e chiedo scusa).
Ogni tanto riguardo le esibizioni di Marco a X Factor.
Non so se questa con Britti sia quella che mi è piaciuta di più (forse no), ma è sicuramente quella che ho rivisto più volte. Di gran lunga.
avatar
Kiki
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 1475
Data d'iscrizione : 09.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Liz il Gio Gen 10, 2013 3:30 pm

Kiki ha scritto:OT (e chiedo scusa).
Ogni tanto riguardo le esibizioni di Marco a X Factor.
Non so se questa con Britti sia quella che mi è piaciuta di più (forse no), ma è sicuramente quella che ho rivisto più volte. Di gran lunga.

FINE OT
avatar
Liz
Parlo parlo parlo
Parlo parlo parlo

Messaggi : 1959
Data d'iscrizione : 12.10.10
Età : 58

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Gio Gen 10, 2013 3:33 pm

Kiki ha scritto:
Non so se questa con Britti sia quella che mi è piaciuta di più (forse no), ma è sicuramente quella che ho rivisto più volte. Di gran lunga.

Anch'io l'ho vista centinaia di volte e ogni volta emozioni a gogò....

Scusateci staff.....un po' di amarcord....
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da cassandra il Gio Gen 10, 2013 3:53 pm

Eh no..L'Ot lo finisco io. Ancora ci piango .....A me lo svisone su quell'IO mi fa sempre venire i brividi...
Sorry....E grazie per avermela ricordata....
avatar
cassandra
Parlo parlo parlo
Parlo parlo parlo

Messaggi : 1838
Data d'iscrizione : 09.10.10
Età : 55

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da JeanGrey il Ven Gen 11, 2013 9:50 am

Kiki ha scritto:OT (e chiedo scusa).
Ogni tanto riguardo le esibizioni di Marco a X Factor.
Non so se questa con Britti sia quella che mi è piaciuta di più (forse no), ma è sicuramente quella che ho rivisto più volte. Di gran lunga.
Continuo l'OT e Kiki senza ombra di dubbio
Di duetti Marco ne ha fatti pochi, ma quello con Britti e il breve intervento con Nesli mi fanno pensare che lui sia più adatto, soprattutto per il tipo di vocalità, a duettare con uomini.
My opinion.

E aggiungo... ogni tanto ascolto anche quel pezzo a mio avviso incantabile di Morgan che nessuno cita più... Amore Assurdo, con tanto di premessa di Morgan che dice "io gli ho regalato un pezzo del mio cuore" Evviva Carcano !!!

Fine OT


Ultima modifica di JeanGrey il Ven Gen 11, 2013 11:34 am, modificato 1 volta
avatar
JeanGrey
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 1897
Data d'iscrizione : 12.12.10
Località : Rivendell

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da bianca il Ven Gen 11, 2013 10:23 am


avatar
bianca
Admin.
Admin.

Messaggi : 2734
Data d'iscrizione : 02.10.10
Località : Iperuranio

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Ven Gen 11, 2013 2:17 pm

Sanremo 2013, la classifica dei Big in gara più amati su Facebook: sul podio i Modà, Elio e Marco Mengoni

Quest’anno a Sanremo il televoto sarà meno determinante che in passato per la definizione della classifica finale ma avrà comunque lo stesso peso (il 50%) della giuria di qualità, reintrodotta da Fabio Fazio dopo cinque anni di assenza. Ciò significa che anche il prossimo 12 febbraio gli artisti più popolari saliranno sul palco dell’Ariston con un discreto vantaggio rispetto agli altri. Tutto poi dipenderà dalla qualità delle canzoni e da come queste saranno accolte dal pubblico non tifoso e dai giurati dell’Ariston.

Per determinare il peso di ogni singola tifoseria abbiamo deciso di classificare i 13 Campioni presenti su Facebook (manca solo Maria Nazionale) in base al numero di «Mi piace». Le cifre sono aggiornate alle 8 del mattino di venerdì 11 gennaio. Nel 2012, una settimana prima del Festival, la classifica era guidata da Emma, che poi trionfò con «Non è l’inferno».

Tredicesimo posto per Simone Cristicchi: 14.330 fan. Il vincitore del Festival 2007 con «Ti regalerò una rosa» si presenta per la quarta volta all’Ariston. Poco presente sulla sua pagina Facebook (i post sono tutti dell’amministratore), canterà «Mi manchi» e «La prima volta».

Dodicesimo posto per Almamegretta: 14.333 fan. La gloriosa band napoletana debutta al Festival con i brani «Mamma non lo sa» e «Onda che vai». E lo fa presentandosi con Raiz, il suo frontman storico, che recentemente, dopo anni dedicati alla carriera solista, è tornato a collaborare con GennaroT e Pier Paolo Polcari. La loro pagina Facebook aggiorna sugli impegni futuri del gruppo. L’ultimo post scritto in prima persona (gli auguri per il nuovo anno) è dello scorso 31 dicembre.

Undicesimo posto per Simona Molinari: 20.867 fan. Un’altra ex Giovane promossa tra i Campioni, Simona Molinari torna all’Ariston accompagnata da Peter Cincotti. Insieme canteranno «Dr. Jekyll and Mr. Hyde»e «La felicità».

Decimo posto per Malika Ayane: 24.719 fan. Per il suo secondo Festival da Big, Malika ha scelto due brani di Giuliano Sangiorgi, «E se poi» e «Niente». Su Facebook è molto presente con messaggi e foto ma ha meno di 25.000 fan. Su Twitter (@malikayane) invece ne conta oltre 69 mila.

Nono posto per Raphael Gualazzi: 34.617 fan. Il vincitore tra i Giovani nel 2011, secondo all’Eurosong Contest nello stesso anno, Gualazzi partecipa per la prima volta tra i Campioni con i brani «Sai (ci basta un sogno)» e «Senza ritegno». Sul suo Facebook il cantante-pianista scrive in italiano e in inglese. Recentemente ha postato la cover del suo nuovo album «Happy Mistake», che uscirà nella settimana del Festival.

Ottavo posto per Marta sui Tubi: 49.554 fan. La folk band siciliana, in attività dal 2002 ma ancora sconosciuta al grande pubblico, può già contare su quasi 50 mila fan su Facebook. Debuttano al Festival con i brani «Dispari» e «Vorrei».

Settimo posto per Daniele Silvestri: 72.257 fan. In gara con «A bocca chiusa» e «Il bisogno di te», il cantautore romano torna al Festival con il sostegno di oltre 70 mila fan. Su Facebook si alterna con lo staff pubblicando foto e commenti. Il 4 gennaio ha postato il video della sua partecipazione a Sanremo 1999 con «Aria» scrivendo: «Che strana combinazione di insicurezza e sfacciataggine».

Sesto posto per Chiara Galiazzo: 72.437 fan. In meno di quattro mesi, la giovane vincitrice di «X Factor» ha già accumulato oltre 70 mila «Mi piace». Un piccolo esercito di fan al quale Chiara (in gara con «L’esperienza dell’amore» e «Il futuro che sarà») si rivolge con post scritti in prima persona e foto.

Quinto posto per Max Gazzè: 90.979 fan. Tante foto e video, soprattutto del passato, nel Facebook del cantautore romano che torna in gara al Festival dopo cinque anni di assenza. All’Ariston canterà «Sotto casa» e«I tuoi maledettissimi impegni».

Quarto posto per Annalisa Scarrone: 201.922 fan. L’unico talent di «Amici» in gara quest’anno, Annalisa si presenta con i brani «Non so ballare» e «Scintille». Sul Facebook della cantante ligure i messaggi dello staff si alternano a quelli scritti da Annalisa: l’ultimo («Buonanotte… Sto lavorando per voi ♥») è di martedì 8 gennaio.

Terzo posto per Marco Mengoni: 310.526 fan. Nella pagina Facebook di Mengoni, terzo classificato a Sanremo 2010, i suoi messaggi sono scritti quasi tutti in maiuscolo. Gli altri (aggiornamenti sugli impegni, foto «rubate» in sala di registrazione) sono postati dallo staff. All’Ariston Marco porta «Bellissimo», con un testo di Gianna Nannini, e «L’essenziale».

Secondo posto per Elio e le Storie Tese: 341.130 fan. «Giunti quasi a 60 anni vogliamo rimetterci in gioco, brindare con la vita, emozionando. Torniamo a Sanremo, ma stavolta per arrivare quarti». Così, il 13 dicembre, i vincitori morali dell’edizione 1996, quella che li vide protagonisti con «La terra dei cachi», hanno commentato su Facebook il ritorno all’Ariston con i brani «Dannati forever» e «La canzone mononota».

Primo posto per i Modà: 1.126.661 fan. Pochi artisti italiani possono vantare più di un milione di fan su Facebook. La band di Kekko Silvestre è tra questi grazie a una serie ininterrotta di successi iniziata nella primavera del 2010 con «Sono già solo». La loro pagina è sempre aggiornata con foto, video e news sui prossimi impegni del gruppo. Lunedì 14 gennaio riveleranno la cover di «Gioia», l’album con il quale sperano di ripetere il successo di «Viva i romantici». Contiene i due brani di Sanremo: «Come l’acqua dentro il mare» e «Se si potesse non morire».

http://www.sorrisi.com/2013/01/11/sanremo-2013-la-classifica-dei-big-in-gara-piu-amati-su-facebook-sul-podio-i-moda-elio-e-marco-mengoni/
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Lun Gen 14, 2013 11:45 am

I politici italiani su Twitter? Parlano tanto ma solo con pochi

Abbiamo esaminato i profili Twitter di 23 politici dalla loro iscrizione al social network a oggi e scoperto che i loro cinguettii raccontano vita privata, tifo calcistico, ma soprattutto, la sproporzione tra followers e following. Maroni, ad esempio, segue solo gente da Bologna in su. A eccezione di Nicola Porro

C’è il tipo educato, la spigolosa, il poliglotta, lo snob, l’autoreferenziale, l’amante della musica, il simpatico. Abbiamo esaminato i profili Twitter di ventitré politici a partire dalla loro iscrizione al social network a oggi e scoperto che i loro cinguettii raccontano vita privata, tifo calcistico, schermaglie, ma, soprattutto, la sproporzione tra followers e following, costante quasi per tutti a favore dei followers. Come dire: “Io so’ io e voi non siete un cazzo”.

Chi sono i prescelti? Gianni Alemanno, Angelino Alfano, Pier Luigi Bersani, Rosi Bindi, Pierferdinando Casini, Guido Crosetto, Luigi De Magistris, Antonio Di Pietro, Anna Finocchiaro, Roberto Formigoni, Maurizio Gasparri, Beppe Grillo, Antonio Ingroia, Ignazio La Russa, Roberto Maroni, Giorgia Meloni, Mario Monti, Corrado Passera, Matteo Renzi, Francesco Rutelli, Giulio Tremonti, Walter Veltroni e Nichi Vendola. I dati raccolti sono aggiornati alla mattina di domenica 13 gennaio.

(l'articolo è molto lungo, metto la parte dove viene nominato Marco)

Dai following si scoprono anche tanti interessi musicali. Vendola segue Daniele Silvestri, Subsonica, Fiorella Mannoia e Elisa. Crosetto ha tra i following Emma Marrone. De Magistris segue Caetano Veloso e pure Veltroni che segue anche Federica Cambia, Adriano Celentano, Roberto Vecchioni, Paul Mc Cartney, Bruce Springsteen, Arisa, Luca Carboni, Malika Ayane, Jovanotti, Dolcenera, Ornella Vanoni e X-Factor. La Finocchiaro segue Marco Mengoni, mentre Alemanno legge i tweet di Renato Zero, Eros Ramazzotti, Max Pezzali e Anna Tatangelo. Ah, Alemanno ha tra i following anche Raffaella Fico e Anna Tatangelo.

http://www.linkiesta.it/politici-twitter#ixzz2HwdVgzAl
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Ospite il Mar Gen 15, 2013 1:55 pm

dal sito velvetmusic.it

La Canzonissima di Carlo Conti

Una sorta di Cavallo di Troia. Un travestimento colmo di scaltrezza per un format d'altri tempi. Missione "Canzonissima" per la Rai e Carlo Conti che decidono di inglobare un "nuovo vecchio format" all'interno di un altro, ultra consolidato. Il conduttore toscano ha fatto bene fin qui con "I migliori anni", grandi ascolti e apprezzamenti da parte della critica. Per la seria "la musica in Tv non funziona". Ma quando mai! Da X-Factor a Tale E Quale Show, ultimamente non ci si può lamentare. La nuova Canzonissima sarà occasione per rivedere (e riascoltare) qualche artista dato per disperso...

Canzonissima 2.0

Uno dei varietà più importanti della storia televisiva italiana: inutile girarci attorno. Oltre 15 anni di messa in onda, tra la fine degli anni '50 e la metà dei '70. Avvincente gara di canzoni interpretate dalle voci più celebri dell'epoca, da Gianni Morandi a Massimo Ranieri, da Gigliola Cinquetti a Claudio Villa. Tra i conduttori ricordiamo (con piacere immenso) Corrado, Raffaella Carrà, Pippo Baudo, Loretta Goggi. A corredo di una sigla intramontabile...

Carlo Conti ha deciso, quindi, di riproporre "Canzonissima" all'interno del collaudato "I migliori anni". Lo farà affidandosi a otto artisti affermati. Ogni settimana ognuno di loro interpreterà una canzone italiana o internazionale. Eccoli: Alexia, Luca Barbarossa, Karima, Marco Masini, Mietta, Paola e Chiara, Povia ed Enrico Ruggeri. Nomi interessanti, valide proposte della musica italiana di ieri e di oggi. Forse è proprio questa la grandezza della televisione generalista, la possibilità di mischiare il "vecchio" e il "nuovo", senza tradire il pubblico. Non manca molto all'appuntamento con questa buona nuova di Carlo Conti. Del resto "Canzonissima" e "Appuntamento" son sempre andati d'accordo. Lo sa bene Ornella Vanoni che, nel 1971, portò proprio quel pezzo al Teatro delle Vittorie.
Abbiamo aperto citando X-Factor, chiudiamo così: nel 2009 fu Marco Mengoni a deliziare il pubblico (catodico e non) con una bellissima interpretazione a cappella di questa canzone. Eccola qui, la nostra piccola "Canzonissima"!

(segue video di Marco a XFactor)

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Jazzbianco il Gio Gen 17, 2013 12:31 am

http://www.musicpost.it/giorgio-gaber-su-rai-tre/1882/?fb_action_ids=564137023615074%2C564135146948595&fb_action_types=og.likes&fb_source=other_multiline&action_object_map=%7B%22564137023615074%22%3A362990030465982%2C%22564135146948595%22%3A120932338076625%7D&action_type_map=%7B%22564137023615074%22%3A%22og.likes%22%2C%22564135146948595%22%3A%22og.likes%22%7D&action_ref_map=[]

Giorgio Gaber protagonista su RaiTre


Una serata-evento quella programmata da RaiTre per il prossimo lunedì 21 gennaio: per ricordare Giorgio Gaber, nel salotto di Fabio Fazio molti bei nomi della musica italiana e non solo

Il prossimo lunedì 21 gennaio, RaiTre offre una serata musicale davvero imperdibile. Protagonista, Giorgio Gaber, di cui si è appena celbrato il decimo anniversario della scomparsa.

Questa annunciata da Fabio Fazio ha tutti i numeri per diventare una serata cult: tra gli ospiti, tanto per citarne alcuni, Patti Smith, Samuele Bersani, Arisa, Emma Marrone, Rossana Casale, Enrico Ruggeri e Roberto Vecchioni, più due ospiti a sorpresa che il presentatore svelerà solo il prossimo lunedì 14 gennaio.

Ghiotta è l’occasione per parlare del cofanetto pubblicato lo scorso novembre contenente ben 55 canzoni, accuratamente selezionate dalla Fondazione Giorgio Gaber, interpretate dai più grandi artisti della nostra canzone. “… io ci sono” è il titolo di questa antologia, disponibile in due versioni, la più preziosa delle quali contiene Lo Shampo nella splendida interpretatazione di Mina.

Particolarmente bella ci è sembrata Una fetta di Limone cantata da Enzo Jannacci, e la Non Arrossire con la voce di Renzo Arbore.

Un tributo è un tributo, e certamente ogni singolo artista presente nella raccolta ci ha messo il cuore e l’anima, e ogni suo personale ringraziamento all’inventore del teatro-canzone, che ancora oggi sopravvive in quel di Livorno ogni estate, con ospiti scelti proprio per la vicinanza alla “filosofia” gaberiana. Va detto che – probabilmente – Gaber non sarebbe affatto d’accordo, ma anche questo fa parte del suo personaggio, controverso e controcorrente a prescindere.

Magari gli sarebbe piaciuta, come è piaciuta a noi, la bella versione inglese che Patti Smith ci ha regalato con I as a person, e siamo certi che avrebbe molto gradito Il Conformista di Samuele Bersani, così giusto all’interno di questo testo. Come anche Daniele Silvestri in Il Signor G Nasce, e, proprio per il motivo opposto, siamo abbastanza convinti che avrebbe apprezzato la versione funky di Destra-Sinistra di Marco Mengoni: fuori dagli schemi, proprio come lo era Gaber.

Magari ci attireremo le ire funeste di qualcuno, ma siamo rimasti piuttosto delusi dall’Illogica Allegria interpretata da Ivano Fossati, e da Qualcuno Era Comunista di Luciano Ligabue. Sarà per la stima che nutriamo per questi due artisti, ma li abbiamo sentiti veramente fuori dal loro mondo musicale, quel mondo che a noi piace ma che, a quanto pare, incredibilmente non si sposa affatto con l’ironia, la leggerezza, il brio che Gaber non ha mai mancato di instillare nelle sue note e nelle sue interpretazioni.

Aspettiamo il 21 gennaio. Perchè avremo la possibilità di riascoltare Bersani e Patti Smith – questa volta dal vivo -, e di riascoltare anche gli altri artisti che ben sapranno dare il meglio con quei piccoli gioielli di cesello che sono le canzoni scritte dal magico duo Gaber-Luporini.
avatar
Jazzbianco
Parlo parlo parlo
Parlo parlo parlo

Messaggi : 10507
Data d'iscrizione : 09.10.10
Età : 104

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Ospite il Gio Gen 17, 2013 12:01 pm

da velvetmusic.it

Conversando con Tony Bungaro "Guardastelle scritta per Lucio Dalla..."

Il valore del momento" è un album bellissimo, forse il suo album più bello. Lui è un uomo d'altri tempi. Elegante, colto, generoso. Fa piacere trascorrere un'ora in compagnia di Tony Bungaro, uno dei pochi veri cant-autori della musica italiana. Ha scritto per tutti, oltre che per sè stesso: da Marco Mengoni a Giusy Ferreri, da Gianni Morandi a Cixi, da Pilar a Fiorella Mannoia. Proprio "Io non ho paura", canzone manifesto del 2012, è uno dei pezzi più intensi che la "roscia" abbia mai interpretato. Una gavetta lunga per lui, svariate partecipazioni a Sanremo (spicca la "Guardastelle" del 2004) e la voglia di raccontarsi: ci dimostra quanto la sensibilità per l'ascolto della musica faccia il pari con la capacità di sentire l'interlocutore di turno. Tony dà valore al momento, perché quel momento particolare ha sempre un valore immenso: troppo spesso lo dimentichiamo. E poi, il sogno di scrivere qualcosa per quattro giganti della nostra musica (li definisce "I quattro moschettieri") e il dolce ricordo di Lucio Dalla: a tal proposito fa una curiosa rivelazione...

GUARDA LE FOTO DI TONY BUNGARO

Tre nomi, tre profili diversi. Eppure tutti e 3 hanno avuto a che fare con te: Fiorella Mannoia, Paola Cortellesi e Marco Mengoni...

Ho scritto quasi tutto il disco di Fiorella, una grande amica, donna "normalissima", di alto spessore e di immensa personalità. Tra noi c'è una bella sintonia, stiamo infatti continuando a lavorare insieme. Dopo Sanremo 2004, Paola mi cercò per il suo programma in Rai: straordinaria, un talento fuori dagli schemi, lontana dal nostro ambiente... Leggera e ironica, si è subito innamorata di "Dimentichiamoci", è stato divertente lavorare con lei, in studio è nato subito un ottimo feeling. E canta benissimo, tra l'altro! Mengoni mi è immediatamente sembrato uno bravo, in grado di distinguersi con forza e personalità da quelli della sua generazione. "Dove si vola, ndr" era perfetta per lui. Insieme con Giusy e Noemi sarà protagonista assoluto del futuro della musica italiana. Non ho dubbi a proposito.
Giusy Ferreri: "Il mare immenso" l'hai scritta pensando a lei, oppure è una di quelle che hai tirato fuori dal tuo personale"forziere"...?

Fui chiamato dalla Sony, lei aveva già un pezzo di Ruggeri, uno di Casalino. Se non ricordo male. Mi chiesero di scrivere qualcosa su misura: fu così che "Il mare immenso" andò fortissimo nelle radio, grande soddisfazione per entrambi: lei è sanguigna, carnale, è stata "libera" sul palco, è stato poi il pubblico a determinare la nostra vittoria

Oggi solo tu, Pacifico e pochi altri eccellenti autori: c'è chi dice che ci sono troppi cantautori di livello medio basso. Chi parla di una carenza di autori...

Ad esempio, Kaballà è un altro straordinario autore di testi. Io e Pacifico scriviamo per altri e facciamo i nostri dischi, quasi divertendoci. Sicuramente nella totale libertà. Anche Agliardi è uno bravo: qualcosa c'è, è innegabile. Certo, attualmente c'è un proliferare di interpreti, è sotto gli occhi di tutti... Bisogna costruire: oggi il vero successo è la stima che riesci a creare attorno a quello che fai.

Le donne di Bungaro: da Chiara Civello a Miucha Buarque De Hollanda, da Nicky Nicolai alla Vanoni. Da dove si parte?

Sorella di Chico, moglie di Joao Gilberto, mamma di Bebel Gilberto: Miucha è la leggenda della musica brasiliana. Un sogno che volevo realizzare da tempo, con lei mi piaceva condividere (non duettare) un'emozione nuova, speciale. Ho scritto un pezzo, gliel'ho mandato e poi... Impari tanto da personaggi del genere, lei ha fatto dischi con Vinicius De Moraes, Tom Jobim...

Sanremo, due domande in una: com'è nato il trio del 1991 con Conidi e Di Bella? Nel 2004 "Guardastelle" fu la vincitrice morale: come sei arrivato a questo pezzo?

"E noi qui" ebbe un successo straordinario, avevo 24 anni, erano gli anni dell'incoscienza: in questi 20 anni ho fatto tante cose, un'evoluzione di tutto ciò che mi passava accanto, poi scelte ben precise: cambiare lavoro o andare in una certa direzione. Dal '96 in poi mi è accaduto di tutto, per fortuna... Portai a Sanremo Eramo e Passavanti, era il '98, fui autore e produttore di un disco che andò molto bene. Nel 2002 ecco Patrizia Laquidara, che poi vinse il Festival di Recanati (adesso Musicultura, ndr.). "Guardastelle" ha girato il mondo, interpretata anche da Youssou N'Dour. Ti faccio un regalo: io e Lucio Dalla ci siamo incontrati alla Reggia di Caserta... "Guardastelle" nasce per lui, l'ho pensata e scritta per lui! Mi chiamò dicendomi che era una canzone straordinaria, ma purtroppo il suo stava per uscire. Fu colpito tanto da quella versione nuda, piano e voce...

"Quando torni" è un videoclip vintage, sembra quasi una commedia all'italiana degli anni '60. Il tuo rapporto col cinema? Inoltre, ti andrebbe di scrivere una colonna sonora per un piccolo film, da vero compositore?

I primi anni romani musicavo i quadri, musicavo documentari nelle chiese, più avanti ho anche fatto la colonna sonora di un film documentario su Domenico Modugno, realizzato dalla Puglia Film Commission. Mescolare musica e cinema rappresenta una grande avventura: la musica si guarda, molti sottovalutano questo aspetto...

Ultime due cose: collaborazioni internazionali, mi tornano tutte, dal Brasile alla Spagna, sino a Youssou N'Dour. Invece, cosa è successo con un gigante della musica rock anglosassone come Ian Anderson?

Tanti anni fa ho lavorato al fianco di una bravissima artista Slovena, pregevole flautista, Tinkara. Una sorta di Alanis Morissette dell'Est. Brava davvero, collaborava pure con Robert Plant. Lei incontrò Ian Anderson, ospite del disco: io scrissi un pezzo che si chiamava "She", lui scelse proprio questa. Una cosa buffa, collaborazione "a incrocio", per così dire...

C'è un grande artista della musica italiana che non hai mai "servito" e che a volte hai sperato di avvicinare...?

Ho più di un nome: Gino Paoli, Paolo Conte, Ivano Fossati, Franco Battiato. Sceglierei questi quattro, "i quattro moschettieri".

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Ven Gen 18, 2013 5:55 pm

Marco Mengoni sul treno verso Sanremo

Ha postato una foto sul sul profilo Facebook il cantautore in gara alla 63° edizione del festival di Sanremo.

“In viaggio verso le prove...fischiettando le canzoni di Sanremo...”.
Marco Mengoni sulla sua pagina Facebook scrive ai fan che gli rispondono cliccando più di 1.000 “Mi piace” in meno di un’ora e con un’ondata di commenti. Marco Mengoni è in gara alla 63° edizione del Festival di Sanremo e sono tantissimi coloro che già da questo momento gli stanno mandando messaggi di sostegno. Lui, felpa sulla testa e occhiali da sole, canticchia verso la città della riviera.

http://www3.varesenews.it/musica/marco-mengoni-sul-treno-verso-sanremo-253060.html
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Sab Gen 19, 2013 12:07 pm

Accipicchia che bell'articolo.....

Marco Mengoni, la pazzia della libertà

“Fammi respirare ancora” la tua magia, i tuoi sogni, le tue inquietudini, le tue contraddizioni. “Portami dove si vola” nella pazzia della tua libertà, là dove la vita è cielo, là dove gli uccelli cantano, là dove la luce sorride, là dove si può andare solo con la tua voce. E ascolterò la malinconia dei violini, l’arpeggio morbido di un’arpa lontana, il fraseggio cristallino di un pianoforte, il ritmo di un contrabbasso. Perché la voce di Mengoni è violino, arpa, pianoforte, contrabbasso e sangue, tenerezza, malinconia, purezza.

Con una personalità musicale unica, istintiva, poliedrica, sicura, matura nelle scelte e nell’esecuzione, sensibile e ironica, calda e istrionica.

Con un temperamento personale che ama la sfida, detesta l’ovvietà, ama i colori, la fantasia, la passione, la vita. E una certa fragilità che è propria di un’anima sensibile, traspare come autoironia, come capacità di reinventarsi, come coraggio di essere sempre diverso, per mantenere per sè la sua identità più segreta, per coltivare la bellezza della sua anima, per custodire sentimenti e ideali.

“Con quella voce può cantare qualsiasi cosa”, ha detto Dalla. Con quella voce può rincorrere le note, piegarle al suo talento, fare le acrobazie più ardite, dare il brivido dell’impossibile, il tormento del proibitivo, la dolcezza del Paradiso, il buio dell’inferno e ancora… ancora tutte le emozioni e le sfumature possibili, senza fine. E meravigliano l’estensione vocale, il controllo perfetto, la padronanza, l’ originalità, il virtuosismo, l’interpretazione personalissima di ogni esecuzione. Un talento, il suo, che è unico, nel panorama musicale italiano di oggi. Un talento che gli permette di essere libero, di giocare con i sogni, di sfiorare la pazzia della fantasia, dove per lui non esistono vincoli tecnici o preclusioni vocali, dove la libertà diventa armonia perfetta. Perché, credo, che la libertà sia nella sua voce e nell’aspirazione dell’uomo e, credo, che una certa pazzia che è creatività, sia nella sua voce e nel suo essere persona e, credo ancora, che il magnetismo, il carisma, la forza della sua personalità corrispondano ad un’intelligenza creativa rara.

Personalmente amo la sua velata malinconia, quella capacità di impennare la voce all’improvviso, quel brivido caldo di certe atmosfere, la passione del vivere, e vorrei tanto essere là “dove ogni tuo passo si confonde con il mio”

Sarà presente al Festival di Sanremo con due canzoni: “Bellissimo”, firmato da Gianna Nannini e “L’essenziale”.

http://www.milanopost.info/2013/01/19/marco-mengoni-la-pazzia-della-liberta/
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da jamila5 il Sab Gen 19, 2013 12:57 pm

Scusate OT ... chi di noi ha scritto questa meraviglia di articolo
avatar
jamila5
Parlo parlo parlo
Parlo parlo parlo

Messaggi : 1535
Data d'iscrizione : 07.02.12
Età : 56

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Ospite il Sab Gen 19, 2013 2:09 pm

jamila5 ha scritto:Scusate OT ... chi di noi ha scritto questa meraviglia di articolo

Non si capisce per nulla che è scritto da una fan
Per carità è bello, ma a tratti un tantinello esagerato...secondo me...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Ospite il Sab Gen 19, 2013 6:53 pm

LoveManRay ha scritto:

Non si capisce per nulla che è scritto da una fan
Per carità è bello, ma a tratti un tantinello esagerato...secondo me...


Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Eloisa il Sab Gen 19, 2013 8:40 pm

LoveManRay ha scritto:
jamila5 ha scritto:Scusate OT ... chi di noi ha scritto questa meraviglia di articolo

Non si capisce per nulla che è scritto da una fan
Per carità è bello, ma a tratti un tantinello esagerato...secondo me...

giusto un tantinello
avatar
Eloisa
Parlo parlo parlo
Parlo parlo parlo

Messaggi : 4715
Data d'iscrizione : 08.10.10
Età : 51
Località : Pisa

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Deianira il Gio Gen 24, 2013 5:04 pm

Esce a marzo il nuovo disco di Marco Mengoni

Per Marco Mengoni il 2013 significa non solo il Festival di Sanremo in febbraio ma anche l’uscita di un nuovo disco, a marzo, a due anni di distanza da Solo 2.0.

In questi giorni Marco Mengoni è impegnato con le prove per il Festival di Sanremo, a cui partecipa nella categoria Big con i brani Bellissimo e L’essenziale. Il 2013 sarà però anche l’anno in cui tornerà con un nuovo disco, che sarà disponibile dal mese di marzo. Non si conoscono ancora ulteriori dettagli, come la data esatta di uscita e il titolo.
Marco Mengoni nuovo album 2013

Il nuovo disco arriva a due anni di distanza dal precedente Solo 2.0, che aveva segnato una svolta nella sua carriera. Abbandonati i panni estrosi ed esuberanti del Re Matto con cui ha conquistato le platee all’indomani di X Factor, Mengoni nel 2011 con Solo 2.0 ed il relativo tour ha preferito cambiare rotta, dirigendosi verso atmosfere più intime e raccolte, verso un sound che guarda più alla Motown e a New Orleans degli anni Cinquanta. Vista la fervida vena creativa che lo contraddistingue, non c’è che aspettarsi di ascoltare un nuovo Marco in questo disco, che è stato registrato tra Milano e Los Angeles e prodotto interamente da Michele Canova (Jovanotti, Tiziano Ferro e Adriano Celentano, tra gli altri). Le novità però non finiscono qui, perchè all’album hanno dato il loro contributo anche artisti di fama nazionale ed internazionale.

http://www.onstageweb.com/notizie/marco-mengoni-nuovo-album-2013/
avatar
Deianira
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 11364
Data d'iscrizione : 03.02.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Rassegna web

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 40 Precedente  1, 2, 3, 4 ... 21 ... 40  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum