01 - Tour teatrale 2012 - Milano, Arcimboldi - 19 aprile 2012 - Resoconti

Andare in basso

01 - Tour teatrale 2012 - Milano, Arcimboldi - 19 aprile 2012 - Resoconti

Messaggio Da Sap2010 il Ven Apr 20, 2012 12:07 am

avatar
Sap2010
Admin.
Admin.

Messaggi : 881
Data d'iscrizione : 01.10.10

http://iperuranio.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: 01 - Tour teatrale 2012 - Milano, Arcimboldi - 19 aprile 2012 - Resoconti

Messaggio Da Levnicolaievic il Ven Apr 20, 2012 9:39 am

Agilità e potenza : Marco al meglio di se'.
Poesia ed estrema sicurezza, leggerezza e profondità.
Si sprecheranno aggettivi e immagini iperboliche per descrivere il concerto di ieri sera.
E' come se nel crogiolo dell' arte di Marco ci sia finita tutta la sua voglia di ritornare sè stesso, tutte le cadute arroventate dal suo desiderio di esserci , e pienamente; non vi farò un resoconto " musicale" , quello altri lo sanno fare meglio di me.
Vi parlo del suo stile e e della sua presenza sul palco, della eleganza con cui ha concesso e dato tutto se stesso, anche temprando con ironia questa estrema rivelazione di se'.
E il pubblico si è piegato a questa sua " regalità" che effettivamente ieri sera è venuta in primo piano, con una lucentezza mai vista: io personalmente da metà concerto in poi sono stata sotto il palco poco distante dal maestro Melozzi anche lui abbagliato e " danzante" .
Poi analizzeremo passo per passo questa serata, ma certo quello che ha voluto dimostrare Marco è stata la sua riacquistata interezza, l'aver ripreso le radici di sè stesso, quelle più profonde, più liriche , quelle che fanno tutt'uno con la sua arte e che si manifestano come magia: un inchino , a questo piccolo principe che porta con eleganza ed ironia un mantello di stelle :ghirlanda:
avatar
Levnicolaievic
Parlo parlo parlo
Parlo parlo parlo

Messaggi : 4736
Data d'iscrizione : 10.10.10
Località : Lago Maggiore

Tornare in alto Andare in basso

Re: 01 - Tour teatrale 2012 - Milano, Arcimboldi - 19 aprile 2012 - Resoconti

Messaggio Da Exit il Ven Apr 20, 2012 9:51 am

Levnicolaievic ha scritto:Agilità e potenza : Marco al meglio di se'.
Poesia ed estrema sicurezza, leggerezza e profondità.
Si sprecheranno aggettivi e immagini iperboliche per descrivere il concerto di ieri sera.
E' come se nel crogiolo dell' arte di Marco ci sia finita tutta la sua voglia di ritornare sè stesso, tutte le cadute arroventate dal suo desiderio di esserci , e pienamente; non vi farò un resoconto " musicale" , quello altri lo sanno fare meglio di me.
Vi parlo del suo stile e e della sua presenza sul palco, della eleganza con cui ha concesso e dato tutto se stesso, anche temprando con ironia questa estrema rivelazione di se'.
E il pubblico si è piegato a questa sua " regalità" che effettivamente ieri sera è venuta in primo piano, con una lucentezza mai vista: io personalmente da metà concerto in poi sono stata sotto il palco poco distante dal maestro Melozzi anche lui abbagliato e " danzante" .
Poi analizzeremo passo per passo questa serata, ma certo quello che ha voluto dimostrare Marco è stata la sua riacquistata interezza, l'aver ripreso le radici di sè stesso, quelle più profonde, più liriche , quelle che fanno tutt'uno con la sua arte e che si manifestano come magia: un inchino , a questo piccolo principe che porta con eleganza ed ironia un mantello di stelle

Lev

grazie
avatar
Exit
Parlo parlo parlo
Parlo parlo parlo

Messaggi : 2927
Data d'iscrizione : 27.04.11
Località : qui ed ora

Tornare in alto Andare in basso

Re: 01 - Tour teatrale 2012 - Milano, Arcimboldi - 19 aprile 2012 - Resoconti

Messaggio Da puparock il Ven Apr 20, 2012 11:33 am

Levnicolaievic ha scritto:
un inchino , a questo piccolo principe che porta con eleganza ed ironia un mantello di stelle :ghirlanda:

avatar
puparock
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 3027
Data d'iscrizione : 12.10.10
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: 01 - Tour teatrale 2012 - Milano, Arcimboldi - 19 aprile 2012 - Resoconti

Messaggio Da Kiki il Lun Apr 23, 2012 2:50 pm

Due impressioni sulla serata agli Arcimboldi: sono lontani i tempi dell'emozione vibrante che provavo andando a un suo concerto, ma probabilmente quella era anche un'altra me e non solo un altro Marco.
Eppure, questo nuovo tour mi sta regalando qualcosa. Arrivata di corsa, a concerto iniziato, trafelata, collocata in piccionaia nella platea alta da dove tutto era piccolo piccolo; ma qualcosa si è mosso. Un fremito, una curiosità, un rinnovato interesse. Ho amato le interpretazioni più composte, la musica al primo posto, l'approccio al canto, un'aria di nuova professionalità, lo spazio lasciato ai musicisti. Ho odiato i vestiti, che ho visto come una gabbia che non rispecchia la sua personalità: giudizio personale e opinabile, sicuramente. Non tutti gli arrangiamenti mi sono sembrati azzeccati, la scaletta non mi ha convinto.
Penso che questo concerto rispecchi il momento di forte transizione, con i suoi pro e i suoi contro. Non quindi uno spettacolo compiuto e impeccabile ma un passo in nuova direzione, piena di nuovi spunti da seguire.
Ho avuto voglia, dopo tanto tempo, di vedere e rivedere i video del concerto. E soprattutto ho voglia di rivederlo di nuovo dal vivo, possibilmente da vicino, compatibilmente con le finanze che purtroppo non mi permettono di scegliere solo in base in al mio desiderio.
Insomma, punto e a capo. Io ci sono ancora.
avatar
Kiki
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 1475
Data d'iscrizione : 09.10.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: 01 - Tour teatrale 2012 - Milano, Arcimboldi - 19 aprile 2012 - Resoconti

Messaggio Da JeanGrey il Lun Apr 23, 2012 3:46 pm

Approfitto di questo breve commento di kiki per inserire anche un mio resoconto.

Premetto che ho acquistato i biglietti del tour teatrale con molti dubbi...perché quello che avevo visto nel tour precedente, personalmente non mi aveva convinto.

Quoto l'impressione di kiki riguardo al fatto che questo tour sia ancora un'opera di transizione. Marco sta sperimentando generi, stili, arrangiamenti e formule perché - in questo mi ci rivedo - forse non riesce ancora a capire se una situazione gli permetterà di esprimersi al meglio, senza averla provata.

In generale ho trovato un Marco più tranquillo, sereno e centrato di prima, sia sul palco che fuori.
La notorietà comincia a sentirsela naturale, a indossarla come un abito comodo, quindi non sembra avere più bisogno di eccedere.

Le mie impressioni positive continuano - cosa molto importante per me - anche sulla voce. Marco sembra essere molto più consapevole del proprio strumento vocale, non strozza più la gola negli acuti (lo so...mi rendo conto che molte fan adoravano quell'urlo strozzato che spesso emetteva nelle tonalità più alte, perchè enfatizzava la drammaticità... per me era semplicemente fastidioso). Il concerto è strutturato in modo da rispettare la sua voce, c'è una giusta alternanza di brani impegnativi vocalmente, con quelli di riposo... cosa che gli permette di arrivare alla fine del concerto senza pronunciare quella bruttissima frase "mo me portano al pronto soccorso": Ha imparato a dosarsi...come i professionisti.

I concerti che ho visto finora, mi hanno fatto stare bene e mi hanno fatto tornare la voglia di continuare a seguirlo. Detto questo ... ho adorato la versione di Innuendo di Castelleone (quel du-du-du-du si è sentito bene e mi è risuonato dentro), alcuni arrangiamenti mi piacciono tanto (SOLO, Tonight, TIRC, ecc.), altri meno. Nel SOLO Tour ci ha regalato una versione meravigliosa di In viaggio verso me. Quest'ultimo arrangiamento proprio non mi piace. Direi volentieri addio a PK... non ne posso veramente più.

Senza continuare nei dettagli, la scaletta la trovo un po' incasinata, senza un senso. C'è un pot-pourri di generi e a mio avviso ci sono troppe cover, che lui comunque interpreta in modo stupendo (machevvelodicoaffà?? si sa )

Come prevedevo, la formula teatrale a Marco sta stretta e lo sta già dimostrando. Il fatto che il pubblico rimanga seduto e lontano dal palco evidentemente non gli piace. Però ora non trovo giusto che stravolga il format originario invitando il pubblico ad avvicinarsi al palco a metà concerto (cit. 'tutti in piedi, mettiamoci a ballare, muoviamo questi culi dalle sedie"). In questo modo penalizza coloro che rimangono seduti perché non vedono più nulla. Però lo sappiamo, lui è fatto così... e mi sta bene così.

Non dimenticherò la camminata tra il pubblico a Castelleone Credo che sia piaciuta molto anche a lui. Come non dimenticherò all'Arcimboldi quando è saltato giù dal palco per chiacchierare con il pubblico e poi non riusciva più a salire... è stato buffissimo
Infine devono trovare un modo per migliorare la chiusura... o la "chiusa". Deve imparare a dirci arrivederci.
avatar
JeanGrey
Parlo poco ma parlo
Parlo poco ma parlo

Messaggi : 1897
Data d'iscrizione : 12.12.10
Località : Rivendell

Tornare in alto Andare in basso

Re: 01 - Tour teatrale 2012 - Milano, Arcimboldi - 19 aprile 2012 - Resoconti

Messaggio Da Ospite il Lun Apr 23, 2012 6:33 pm

Grazie!!
mi fa piacere leggere i vostri resoconti.... in questi giorni voglio recuperare queste due date per capire cosa sta già cambiando... per esempio a Genova in chiusura ha cantato un mega Grazie.... forse sull'ultima frase di Jean ci aveva già ragionato............

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: 01 - Tour teatrale 2012 - Milano, Arcimboldi - 19 aprile 2012 - Resoconti

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum